La Camera di Commercio Triveneta

Prende corpo il progetto di una ente camerale che spazi da Belluno a Pordenone, passando per la provincia veneta di Treviso.  I presidenti delle tre associazioni camerali, infatti, inizieranno a breve i confronti tra i segretari generali ma anche tra i direttori delle Associazioni di categoria che rappresentano i vari sistemi produttivi. Nel passaggio successivo toccherà ai tecnici individuare i migliori e più virtuosi percorsi di collaborazione tra le Camere di Commercio di Pordenone e Treviso-Belluno.

L’obiettivo è la salvaguardia degli interessi di territori e imprese. I presidenti Giovanni Pavan e Mario Pozza han già cominciato a muoversi: presto, infatti, inizieranno i confronti tra i segretari generali ma anche tra i direttori delle Associazioni di categoria che rappresentano i vari sistemi produttivi.

Presso la sede camerale di Pordenone, i componenti della giunta hanno concordato all’unanimità un’ulteriore atività di confronto che potrebbe preluderea d un incontro operativo con la giunta della nuova camera veneta. A tal proposito, lo stesso Pavan ha dichiarato: <La riforma del sistema camerale procede, nel frattempo sceglieremo ciò che è meglio per le nostre imprese e quelle dei colleghi di Treviso e Belluno. Se le cose funzionano ben vengano, prim’ancora degli schemi istituzionali che potrebbero essere imposti dalla riforma».
Pavan, infine, ha spiegato alla sua giunta che sinergie sono evidenti e possibili nei settori del legno, della meccanica, della produzione del vino ed anche della ricettività turistica pensata su quell’immenso, suggestivo e ineguagliabile gioiello che sono le Dolomiti.

Potrebbero interessarti anche...