Appalti: piattaforma digitale FVG diventerà canale unico

La Regione Friuli Venezia Giulia si avvia a un utilizzo sistematico della piattaforma digitale 'e-Appalti FVG', lanciata nell'aprile del 2017 con la prima gara della Centrale Unica della Committenza. La piattaforma, su cui già oggi vengono convogliate tutte le gare per la fornitura di beni e servizi bandite dalla Centrale Unica, da Egas (l'Ente per la gestione accentrata dei servizi condivisi) e da Insiel, diventerà lo strumento unico per le gare di appalto dell'intera Amministrazione regionale, degli enti del sistema sanitario, delle società regionali in house, dei Comuni e delle Uti (Unioni territoriali intercomunali) del Friuli Venezia Giulia.

Operatori economici e operatori della Pubblica amministrazione possono così utilizzare un sistema più veloce, più semplice e più trasparente per rispondere alle loro necessità.

Per utilizzare gli strumenti disponibili sul portale è sufficiente registrarsi al portale stesso e disporre di una dotazione minima: un personal computer collegato a internet; la firma elettronica digitale ai sensi di quanto disposto dal 'Codice dell'amministrazione digitale'; uno strumento software per la conversione in formato 'pdf' dei file che comporranno l'offerta. A carico deli utilizzatori non è previsto alcun costo.

"e-Appalti FVG" è stata realizzata da un raggruppamento temporaneo d'imprese costituito fra 'Bravo Solution spa', 'Bravo Solution Italia spa', 'Step srl', "Ernst & Young Financial Business Advisors spa' e 'Forum P.A.', che hanno partecipato con successo alla gara europea bandita da Insiel. A suo volta Insiel si è resa disponibile a integrare con proprie applicazioni il prodotto e a farlo dialogare con altri prodotti software forniti alle pubbliche amministrazioni e agli enti della nostra regione.

Per la piena conoscenza dei vantaggi di "e-Appalti" la Regione ha predisposto una duplice azione formativa: rivolta alle pubbliche amministrazioni, anche con strumenti online quali VideoOnDemand, Videopillole e Webinar (seminari online della durata di circa un'ora), e rivolta ai fornitori, con un convegno iniziale e cinque workshop in programma a Gorizia, Pordenone, Tolmezzo, Trieste e Udine.

Gli operatori istituzionali ed economici già oggi utilizzano gli strumenti messi a disposizione da Consip come le convenzioni e il mercato elettronico (Consip è la società in house del Ministero dell'Economia e delle Finanze che opera come centrale acquisti per tutta la pubblica amministrazione nazionale). Con tali strumenti la piattaforma regionale non si pone in concorrenza o sovrapposizione, ma, in un'ottica di integrazione, permetterà di negoziare con procedure dematerializzate per l'acquisizione di lavori, beni e servizi non presenti nei bandi Consip.

Potrebbero interessarti anche...