Arriva a Udine la campagna nazionale per le buone pratiche di protezione civile

Che cosa fare in caso di terremoto? Quali accorgimenti si possono mettere in pratica per limitare i danni di un'eventuale alluvione? La prevenzione, in questi casi, è fondamentale, e per conoscerne tutti i dettagli basterà essere presenti sabato 14 ottobre 2017 in piazza Matteotti per la tappa locale de ''Io non rischio'', la campagna nazionale per le buone pratiche di protezione civile che si svolgerà anche a Udine in contemporanea con le altre città in tutta Italia.
L'appuntamento è dalle 9.00 alle 18.00, con 70 volontari dai Gruppi Comunali di Protezione Civile di Udine e del distretto del Torre, nonché delle infermiere del corpo nazionale della Croce Rossa. Di questi, 28 sono "comunicatori" formati e autorizzati a parlare con la popolazione per esporre pericoli, rischi e strategie connesse ai terremoti e alle alluvioni. I volontari allestiranno anche in città un punto informativo ''Io non rischio'' per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto. Cuore dell’iniziativa – giunta quest’anno alla settima edizione – è proprio il momento dell’incontro in piazza tra i volontari formati e la cittadinanza. In piazza saranno allestiti gazebo, in via Mercato Vecchio ci saranno i container della Colonna Mobile Regionale, e in piazza Primo Maggio lo stand informativo della Croce Rossa Italiana.
In occasione della manifestazione, dalle 8.00 di venerdì 13 ottobre alle 24.00 di sabato 14 ottobre 2017 in via Mercatovecchio (sul lato ovest nel tratto compreso tra Via Del Monte e Via del Carbone) ci sarà l'istituzione del "Divieto di sosta temporaneo.
Sul sito ufficiale della campagna (www.iononrischio.it) è possibile consultare i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare prima, durante e dopo un terremoto o un maremoto, mentre per informazioni sull'appuntamento udinese ci si può rivolgere al Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile di Udine  (mail: udinegc@iononrischio.it).
''Io non rischio'' è campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico – è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica. L’inserimento del rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima e Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica

 

 

Potrebbero interessarti anche...