Ateneo friulano, il dipartimento di studi umanistici e del patrimonio culturale dell’ateneo in cima alle classifiche italiane

 

Il Dipartimento di studi umanistici e del patrimonio culturale (Dium) dell’Università di Udine è uno dei 180 Dipartimenti italiani di eccellenza ai quali verranno assegnati complessivamente 271 milioni di euro annui, nel quinquennio 2018-2022, secondo la graduatoria pubblicata dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca sulla base delle performance registrate nell'ultima valutazione della qualità della ricerca (Vqr2) dell'Agenzia Nazionale di Valutazione dell’Università e della Ricerca (Anvur) per competere all'assegnazione del fondo denominato Fondo per il finanziamento dei Dipartimenti universitari di eccellenza introdotto dalla legge di Bilancio 2017. «È un risultato che l’ateneo accoglie con grande soddisfazione – sottolinea il rettore Alberto de Toni – e che conferma il merito dell’eccellente lavoro dei nostri ricercatori. Questi finanziamenti permetteranno di sviluppare ulteriormente i settori umanistici che sono un asset strategico del nostro Ateneo». Dopo aver superato la prima selezione, che aveva individuato i migliori 350 dipartimenti italiani, e aver presentato un progetto quinquennale di sviluppo, il Dium dell'Ateneo friulano ha superato anche la seconda fase di selezione che ha individuato a livello nazionale i 180 dipartimenti di eccellenza. “Innovazione e proiezione internazionale: è questo il segreto che sta dietro a questo successo”, dice il Direttore del Dipartimento Andrea Zannini. “Il nostro progetto di sviluppo punta infatti sulle Digital Humanities, cioè sul rapporto tra cultura umanistica e mondo digitale, e sullo studio e la valorizzazione del patrimonio culturale della nostra regione e del nostro Paese. Un ambito che ha grande prospettive anche occupazionali, come dimostrano le iscrizioni al nostro nuovo corso magistrale di gestione del turismo culturale e degli eventi”. Sulla base della qualità della ricerca dei suoi docenti e ricercatori il Dipartimento di Studi umanistici e del patrimonio culturale ha ricevuto un punteggio di 100 centesimi classificandosi ai primissimi posti in Italia assieme ai Dipartimenti di Firenze, Bologna e alla Normale di Pisa. I dipartimenti eccellenti sono stati selezionati attraverso il calcolo di un apposito "Indicatore Standardizzato della Performance Dipartimentale" (Ispd), ricevendo un punteggio compreso tra un minimo di 69,5 fino a un massimo di 100. Il Dium dell’università di Udine ha ricevuto il massimo di 100 punti.

Potrebbero interessarti anche...