Bagarre pentastellata: ancora accuse durissime alla gestione del movimento da parte della consigliere comunale Claudia Gallanda

Gallanda (M5S)

Con una nota decisamente piccata la consigliere comunale M5S di Udine uscente Claudia Gallanda lancia accuse pesanti al suo movimento, il tutto strategicamente alla vigilia dell'incontro pubblico organizzato dal Meetup Udine Sud nell'ambito delle iniziative a sostegno della campagna elettorale. L'incontro in questione, che viste le premesse potrebbe farsi particolarmente interessante, si terrà nella sede della bocciafila di Cussignacco, domani, sabato 10 febbraio, alle 15.30. Scopo ufficiale dell'iniziativa pubblica far conoscere i candidati della circoscrizione Friuli Venezia Giulia e di illustrare il programma elettorale del Movimento. Scrive Gallanda indirizzandola alla stampa: “Silenzio, solo totale silenzio da parte del Meetup udinese. Ieri Roberto Franceschi rende ufficiale il suo abbandono del M5S con il relativo passaggio al gruppo misto in consiglio comunale, preparandosi alla campagna elettorale con Identità Civica di Loris Michelini. Qualcosa di ben più grave -a mio parere- di quanto lo stesso Meetup mi aveva pretestuosamente addebitato un anno fa. E il Meetup tace! Nei miei confronti una grancassa di comunicati, di cui proprio Franceschi aveva approfittato in consiglio comunale, dicendo che avrei dovuto dimettermi perché "non ero più del Movimento" -questo per una "sfiducia" di pochissimi adepti e con una votazione farlocca- oltre ad altre sue illazioni nei miei confronti, così pesanti che persino il consigliere di Innovare Franco Della Rossa si sentì in dovere di riprenderlo pubblicamente. Se un anno fa evitai di querelare fu solo per il bene del Movimento 5 Stelle. Oggi ero curiosa di vedere cosa avrei letto da parte del Meetup, ora che Franceschi si è rivelato oltre ogni dubbio, con il suo abbandono in piena campagna elettorale e la nuova casetta da Michelini già pronta. Ovviamente silenzio anche da parte del "capogruppo" (ormai solo di se stesso) Fleris Parente, si vede che l'amicizia personale vale ben più degli ideali del Movimento! Eppure fu proprio Parente a imporre Franceschi, lo scorso anno, come "secondino" della sottoscritta nonché -parole sue- "referente per il M5S" nella commissione Ambiente Territorio, dove comunque lo stesso Franceschi risultò ben poco attivo. Ma si sa, nel Meetup di Udine conta più la simpatia personale che quel che uno fa, nel bene o nel male sia”.
Che dire, il tono usato, i termini e il racconto, danno una immagine dei 5Stelle, almeno di quelli nostrani, lontanissimo da quelli che erano e dicono di essere gli ideali dei “grillini”, l'attaccamento alle poltrone e i cambi di casacca sono simili a quelli usati dalla peggiore politica. Un vero peccato perchè gli elettori del M5stelle meritavano di più.

Potrebbero interessarti anche...