Da Caporetto alla distruzione del Ponte del Diavolo a 100 anni, Cividale ricorda le ferite della Grande Guerra – Il programma completo

Cividale del Friuli ricorda i 100 anni dalla distruzione del Ponte del Diavolo durante la Grande Guerra, questa mattina si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell'evento, presenti l'Assessore regionale alla cultura Gianni Torrenti e Assessore alla cultura del Comune Cividale Angela Zappulla. Il primo ha ricordato che: "Il progetto di Cividale del Friuli  è ambizioso e davvero unico e importante per la nostra Regione. Nasce dalla serie di bandi dedicati alla Grande Guerra, quello dedicato ai ragazzi, quello biennale sulla ricerca e infine quello sugli eventi che Cividale si è aggiudicata per un totale di 100.000 euro e che ha portato all’organizzazione di un grande momento di ricordo e di coinvolgimento di persone e territorio”. Mentre Zappulla si è detta “profondamente convinta che i fatti storici accaduti cento anni fa a Caporetto e a Cividale debbano essere raccontati ai giovani in modo diverso, con il linguaggio attuale e coinvolgente dell’arte. Il progetto di Cividale vuole essere, inoltre, un progetto civile che intende parlare di persone, città e territori lanciando un messaggio di pace”. Sul teme sicurezza dell'evento l'assessore Zappulla ha voluto rimarcare che: sarà applicato il piano di sicurezza attivo e passivo sulla base di quanto fatto già per il Palio di S. Donato con controlli ai varchi della città, 6 addetti alla sicurezza con metal detector" . Insomma quello che si sta preparandoa è davvero un evento irripetibile ed emozionante nel cuore della città patrimonio Unesco . Come è noto sarà l'attore Luca Zingaretti ad interpretare il racconto storico di quelle giornate. Che ovviamente partirà dalle estenuanti e sanguinose battaglie dell’Isonzo e dalla ritirata di Caporetto del 24 ottobre 1917 e da quel 27 ottobre quando l’esercito italiano fa brillare il Ponte del Diavolo di Cividale del Friuli sul fiume Natisone per rallentare l’ingresso degli austroungarici dopo una notte durante la quale la città era stata tenuta costantemente sotto il fuoco nemico.

La “cerimonia”
L’appuntamento è per il pomeriggio di venerdì 27 nel cuore di Cividale, nei pressi del Ponte del Diavolo in Borgo di Ponte: cento rintocchi di campana seguiti da un coro che intonerà l’inno d’Italia faranno da ouverture ai saluti istituzionali e a Luca Zingaretti, attore cinematografico e volto televisivo molto noto e amato, che racconterà i giorni dell’invasione.
L’artista interpreterà, con una lettura scenica, alcuni brani tratti dai diari in cui Monsignor Valentino Liva aveva raccontato i giorni dei bombardamenti, la sofferenza della popolazione durante l’occupazione e la successiva liberazione.

Interverranno anche Andrea Rucli al pianoforte, il Coro alpino Monte Nero Sezione A.N.A. Cividale del Friuli, il Coro Alpini Passons, una rappresentanza del corpo di ballo della Scuola di Danza Classica e Moderna di Erica Bront di Cividale del Friuli.
In piazza Duomo sarà posizionato un maxischermo per assistere in diretta alla cerimonia.

Il ponte diventa opera d’arte e di pace
Artisti di strada provenienti da Italia, Slovenja, Austria e Germania, in una sorta di patto di pace tra nuove generazioni, realizzeranno un trompe l'oeil sul piano di calpestio e sui parapetti del Ponte del Diavolo in modo da ricreare, attraverso un magistrale dipinto in 3d, il greto del fiume Natisone e, di conseguenza, il vuoto prodotto dalla demolizione del ponte stesso. Il progetto è a cura della Pro Loco di Cividale del Friuli. Si tratta di un’installazione realizzata in collaborazione con la Pro Loco di Curtatone (MN) che ogni anno organizza il concorso internazionale dei Madonnari.

Non solo: il Centro Friulano Arti Plastiche di Udine ha realizzato un’opera d’arte per la pace che galleggerà sull’acqua del Natisone al di sotto del ponte.

Al teatro comunale Ristori (ore 21)
Gli studenti del Convitto Nazionale Paolo Diacono insieme all’associazione Parco del Natisone metteranno in scena “I ragazzi del ’99 narrano”: nel 1917, infatti, furono mandati al fronte i ragazzi nati nel 1899, mentre quest’anno chi è nato nel 1999 compie 18 anni.
La narrazione teatrale racconterà gli eventi accaduti tra il 23 e il 31 ottobre del ’17 attraverso una simulazione telegiornalistica.
Ma non è tutto qui, è previsto un programma articolato che precederà e seguirà l'evento del 27 con conferenze, mostre, spettacoli teatrali, incontri, aperture straordinarie dei musei in occasione delle giornate del centenario.

DAL 19 AL 22 OTTOBRE
Passeggiata storica “Sulle orme di Rommel”
Partendo da Buia il 19 ottobre e arrivando a Cividale del Friuli domenica 22 ottobre, gruppi locali di Alpini e Gruppi di Collezionisti e Storici in uniforme d'epoca tedesca, austroungarica e italiana, i rievocatori ripercorreranno il percorso dell' avanzamento delle truppe nemiche verso il fronte italiano dopo la Battaglia di Caporetto e saluteranno le popolazioni.
Il percorso è aperto al pubblico ad esclusione del vitto e dei pernottamenti. Prenotazione obbligatoria al numero Gruppo Alpini Cividale esterno - 368 676297
Venerdì 20 ottobre
ore 18.00: Cividale del Friuli, Sala SOMSI - Foro Giulio Cesare
Convegno promosso dal Soroptimist International Club di Cividale del Friuli
"I civili della Grande Guerra e la mobilitazione femminile”
Interventi di:
Anna Maria Isastia, docente di Storia contemporanea Università La Sapienza di Roma : La Storia e le storie, Daniele Ceschin, storico : I profughi in Italia dopo Caporetto; Giulia Sattolo, storica: Donne violate a Cividale durante la Grande Guerra

MERCOLEDI 25 OTTOBRE – Stupizza, Pulfero
Centenario del fatto d’arme di Stupizza (25 ottobre 1917) a cura di Associazione Nazionale Arma Di Cavalleria e Comune di Pulfero.
Dalle 9 alle 11 circa: alzabandiera, scoprimento del monumento, onore ai caduti alla presenza della Fanfara della Brigata Cavalleria Pozzuolo del Friuli e picchetto del Reggimento Genova Cavalleria (4°)
VENERDI 27 ottobre – Cividale del Friuli
Evento prncipae in ricordo dei 100 anni del brillamento del Ponte del Diavolo

SABATO 28 OTTOBRE - Purgessimo di Cividale del Friuli
Ore 10.30 Presentazione della battaglia di Cividale sul Monte Purgessimo del 27 ottobre 1917
Per raggiungere il sito a piedi si consiglia di partire almeno un’ora prima dall’abitato di Purgessimo, mentre per raggiungerlo in automobile è necessario possedere mezzi idonei tipo fuoristrada o similari.
A cura dell'Associazione Nazionale del Fante:
Ore 15.00 Alzabandiera col Tricolore e i vessilli riguardanti i Reparti di Fanteria di Cividale
Ore 15.30 Scoprimento targa commemorativa riguardante il centenario del brillamento del Ponte
Ore 18.00: Teatro Comunale Adelaide Ristori - “Cjampanis a Kabul… aquiloni a Cividale”
La storia di due giovani profughi a distanza di 100 anni.

Ore 20.30 - Centro San Francesco,
conferenza “La battaglia di Caporetto” con Marco Pascoli, Paolo Gaspari, Guido Fulvio Aviani a cura dell'Associazione Nazionale del Fante – sezione di Cividale del Friuli

DOMENICA 29 OTTOBRE
Dalle 9 alle 12.30 – Piazza Duomo
Raduno Nazionale dei Fanti - a cura dell'Associazione Nazionale del Fante, sezione di Cividale
Info: anf-cividale@libero.it

Alle ore 17.00 - Teatro Comunale Adelaide Ristori
conferenza sui fatti di Caporetto con lo storico Alessandro Barbero che presenta il suo nuovo libro “Caporetto” edito da Laterza in uscita nelle librerie il 19 ottobre. Coordina Angelo Floramo.

Alle ore 21.00 - Teatro Comunale Adelaide Ristori
Note dal Fronte - Musica parole e immagini della Grande Guerra – Concerti nei luoghi della guerra 2017-2018. A cura di Zerorchestra, La Cineteca del Friuli e Cinemazero di Pordenone

Stazione dei Treni di Cividale Del Friuli
Sarà esposta la storica locomotiva T3 appartenuta alla Società Veneta (SV) e costruita dalla ditta Henschel di Kassel nel 1906, che fece servizio sulle linee della SV durante gli anni della Grande Guerra. Saranno messi in mostra anche alcuni carri molto antichi: quello cisterna risale al 1896, l'altro, a sponde basse, al 1904. Anch'essi, quindi, hanno vissuto la Grande Guerra.
La locomotiva è in comodato dell'Associazione Vecchi Binari FVG di Udine e dell'Associazione Ferstoria di Trieste.
A cura di: F.U.C. Società Ferrovie Udine Cividale srl

I MUSEI di Cividale il 27, 28 e 29 ottobre:
(per ulteriori info: www.cividale.net)

Museo “Cividale e la Grande Guerra”
Nella ex stazione ferroviaria di Cividale del Friuli, raccoglie cimeli, uniformi e armi originali degli eserciti operativi sul fronte italiano con una ricostruzione accuratissima di una sezione di trincea con posto di medicazione in baracca, ricovero in caverna, postazioni per fucilieri con scudi di protezione e reticolati. Ricostruzione della linea ferroviaria militare a scartamento ridotto Cividale-Caporetto.

Presso: Ex-stazione ferroviaria, Via Libertà 41
Orari 9:30-12:30 e 15:00-18:00, Ingresso gratuito, struttura aperta tutto l’anno, gestita dall’A.N.A. Cividale e dall’Associazione Culturale Cividale Novecento.
Info: Informacittà 0432710460, informacitta@cividale.net; www.cividalegrandeguerra.it

Museo Archeologico Nazionale
dalle ore 8:30 alle 19:30
museoarcheocividale@beniculturali.it

Monastero di Santa Maria in Valle con Tempietto Longobardo
Venerdì 27 ottobre 10-13 e 14-18 - Sabato 28 e domenica 29 ottobre 10-18
Telefono Biglietteria: 0432 700867 Info Prenotazioni:  0432 710460
informacitta@cividale.net

Museo Cristiano e Tesoro del Duomo
Dalle 10 alle 3 e dalle 15 alle 17
tel. biglietteria 0432 730403
www.mucris.it
Centro Internazionale Vittorio Podrecca Teatro delle Meraviglie di Maria Signorelli
Venerdì 27 ottobre 10-13 e 14-17 - Sabato 28 e domenica 29 ottobre 10-18
Telefono Biglietteria: +39 0432 700867 - Info Prenotazioni :  +39 0432 710460
informacitta@cividale.net

Le Mostre
Frammenti di memoria - locali ex-Coffee Store, Viale Carlo Alberto
Cividale e la Società Operaia di Mutuo Soccorso e Istruzione durante la Prima Guerra Mondiale.
In mostra foto, documenti, diari e lettere descrivono come la popolazione cividalese abbia subito la crudeltà della guerra.
sabato 21 ottobre 15-19; domenica 22 ottobre 10-13 e 15-19
27, 28 e 29 ottobre 10-13 e 15-19
Fino al 3 dicembre 2017: sabato 15-19, domenica 10-13 e 15-19
Info: Informacittà 0432710460, informacitta@cividale.net; www.cividalegrandeguerra.it

‘017-‘917 Giovani scatti per Caporetto - Chiesa di Santa Maria dei Battuti
inaugurazione domenica 22 ottobre ore 11.30, pomeriggio aperto fino alle 19
27, 28 e 29 ottobre 10-13 e 15-19
Aperta fino al 3 dicembre: sabato, domenica e 01 novembre 10-13, 15-19
Info: Informacittà 0432710460, informacitta@cividale.net; www.cividalegrandeguerra.it

Mostra diffusa
Dai tombini ai cippi commemorativi. Le frazioni di Cividale dipingono la pace.
Installazione di opere diffuse sul territorio, sul tema attinente il punto 16 dell’Agenda 2030 riguardante la Pace. Il progetto ha portato il colore nelle frazioni del cividalese, trasformando i tombini in vere opere d'arte. Ora, accanto ai tombini, i drammatici fatti avvenuti 100 anni fa saranno ricordati attraverso la decorazione di “cippi della pace” sui quali gli artisti, due per ogni struttura, proporranno un collegamento tra la storia e il presente. Il percorso artistico sfocia in centro città, sotto il Ponte del Diavoloper generare un atto finale e corale con l’installazione galleggiante sulle acque del Natisone.
Cippi di Pace esposti fino al 1 novembre presso il sagrato del Duomo di Santa Maria Assunta e presso il cortile d’accesso del Museo Cristiano e Tesoro del Duomo; dal 2 novembre presso i sagrati delle parrocchie delle frazioni di Cividale del Friuli (Sanguarzo, Purgessimo, Carraria, Rualis, Gagliano, Grupignano e Rubignacco) e presso il Duomo di Santa Maria Assunta fino al 6 gennaio 2018. Opera d’arte sotto il Ponte del Diavolo: fino al 1 novembre 2017

A cura di: Centro Friulano Arti Plastiche sotto la direzione artistica di Michele Gortan - 0432 403561
Info: Informacittà 0432710460; informacitta@cividale.net; www.cividalegrandeguerra.it

La battaglia di Caporetto e l’ufficiale tedesco Erwin Rommel - Piazza Dante n. 7
Pannelli espositivi dedicati alla battaglia di Caporetto e alla figura di Erwin Rommel, l'ufficiale tedesco che ricoprì un ruolo determinante durante quegli avvenimenti, seguendo l'itinerario che egli percorse da Tolmino fino a Longarone.
Visitabile 24 ore su 24 in quanto esposizione su pubblica via
Info: cividale.novecento@gmail.com tel: 3382202742 3441318028

Potrebbero interessarti anche...