Comune di Udine: la promozione del territorio “viaggia” sui mezzi pubblici

La promozione del territorio passa o, per usare un termine più calzante, “viaggia” su mezzi pubblici. Ne sono convinti il Comune di Udine, la Regione Fvg, l’Uti del Friuli Centrale, PromoTurismo Fvg, Saf, Trentalia, Ferrovie Udine Cividale, Rete Ferroviaria Italiana, Centostazioni e la Camera di Commercio di Udine che oggi, lunedì 18 dicembre hanno sottoscritto nel Salone del Popolo a palazzo D'Aronco a Udine un protocollo d'intesa di durata triennale per la promozione del sistema turistico-culturale udinese e lo sviluppo sostenibile del territorio dell’Uti Friuli Centrale anche attraverso l’utilizzo sinergico del trasporto pubblico locale e dell'intermodalità ferro/gomma/bici. “Un accordo importante – spiega il sindaco di Udine, Furio Honsell – per rendere ancora più attrattiva la nostra città. L'efficacia di questo protocollo – conclude – è data dalla diversità degli operatori che hanno deciso di fare rete per la promozione del territorio”.
Quattro i punti cardine attorno al quale ruota l'intesa e sui quali lavorerà uno specifico tavolo di lavoro che verrà costituito. Si parte dell'uso del sistema del trasporto pubblico locale e di quello delle ciclovie regionali per valorizzare il complesso turistico-naturalistico-culturale di Udine e dell’ambito territoriale dell’Uti Friuli Centrale. Un altro aspetto è la promozione e il sostegno degli eventi culturali e turistico-naturalistici di interesse regionale realizzati a Udine e negli altri Comuni della stessa Uti. A questi due si aggiunge la promozione e il miglioramento del sistema dell’intermodalità gomma/ferro/bici, comprese le infrastrutture di interscambio e la definizione di specifiche “cards turistiche” da utilizzare in connessione al sistema della ricettività. E, per finire, l'individuazione e la realizzazione di azioni di miglioramento dell’attrattività complessiva del sistema del trasporto pubblico locale in funzione turistica. A questo proposito si inserisce l'istituzione di un punto informativo turistico che, grazie alla concessione in comodato gratuito al Comune da parte di Centostazioni di un locale all'interno della stazione di Udine, fungerà da vetrina per le tante iniziative che si svolgono sul territorio.
“Siamo convinti – commenta soddisfatto l'assessore comunale alla Cultura, Federico Pirone – che una delle chiavi per il futuro di questa città e di questo territorio sia rappresentata dal turismo sostenibile, come dimostrano le presenze in rapida crescita di questi anni. Udine e il Friuli – prosegue – sono un piccolo gioiello che si sposa con le esigenze di benessere e di qualità della vita, oggi sempre più ricercate dai giovani e dalle famiglie. Per raggiungere questo obiettivo è fondamentale il lavoro di rete che non può che coinvolgere innanzitutto le amministrazioni pubbliche e i gestori dei servizi di trasporto pubblico in maniera da coordinare gli sforzi in direzione comune e potenziare l’accessibilità alla città. Questo protocollo – conclude Pirone – nasce da una precisa volontà dell’amministrazione comunale che, grazie alla fondamentale condivisione della Regione, da oggi formalizza un percorso che porterà questo territorio lontano, un territorio che desidera farsi sempre più scoprire nel rispetto dell’ambiente e della qualità della vita”. Gli fa eco l'assessore comunale alle Attività Produttive e Turismo, Alessandro Venanzi. “Siamo riusciti nel tempo – spiega – a rafforzare i rapporti con il territorio e con i suoi stakeholders, riuscendo a veicolare un'immagine più forte dal punto di vista turistico della città, che difatti cresce in termini di presenze di circa il 10%. Risultati questi non scontati se non avessimo avviato percorsi come questo sin dall'inizio del mandato”.
Diversi gli ambiti a cui ciascun soggetto è chiamato a partecipare. Da parte sua, il Comune di Udine, insieme con le altre amministrazioni dell'Uti Friuli Centrale, metterà a disposizione materiale promozionale del sistema culturale della città, confermerà la gratuità dei servizi museali presenti nel territorio dell’Uti (musei cittadini e comunali) a coloro che usufruiscono della card Turismo Fvg nell’ambito della validità della stessa, migliorerà l’accessibilità, l’informazione e l’attrattività della rete delle ciclovie di interesse regionale che insistono sul territorio dell’Uti, concederà l’ingresso ridotto ai servizi museali (a partire dal 1° gennaio) presenti nel territorio dell’UTI a coloro che esibiranno un titolo di viaggio acquistato presso uno dei gestori di Tpl extraurbano e promuoverà, in accordo con le associazioni di categoria, specifiche promozioni rivolte ai turisti. Tra gli impegni della Regione, invece, quello di individuare, di concerto con le aziende di trasporto pubblico locale, titoli di viaggio anche intermodali, finalizzati alla promozione e al sostegno del sistema turistico-naturalistico-culturale del capoluogo friulano e del complessivo ambito territoriale dell’UtiFriuli Centrale. Trenitalia, Saf e Fuc, da una parte promuoveranno all'interno dei propri mezzi di trasporto, dei punti vendita e delle biglietterie, oltre che nel proprio sistema informativo, gli eventi e i materiali promozionali, dall'altra si impegnano a definire e realizzare, anche in forma integrata, dei servizi straordinari a supporto degli eventi di interesse regionale afferenti al capoluogo e al territorio circostante. PromoTurismo Fvg, inoltre, svilupperà attività di marketing territoriale e di coordinamento delle attività di promozione turistica finalizzate alla promozione e sostegno del sistema turistico-naturalistico-culturale, compresa la definizione e promozione di specifiche “cards turistiche”, oltre a sviluppare attività di promozione, in forma sinergica relativamente agli eventi di interesse regionale compresi quelli previsti nel piano di promozione turistica regionale. Anche le stazioni saranno interessate da questo protocollo, dato che quelle afferenti a Rfi metteranno a disposizione a titolo gratuito, sulla base di specifica convenzione, spazi da utilizzare per la promozione degli eventi di interesse regionale, mentre la stazione di Udine, di proprietà di Centostazioni, metterà a disposizione, con contratto di comodato a titolo gratuito, un locale commerciale attualmente non utilizzato. Non da ultima la Camera di Commercio che si impegna a collaborare in termini sinergici all’attuazione delle attività promozionali e di valorizzazione degli eventi.
“Ci sono già numerosi atti concreti che impegnano gli enti sottoscrittori e molti interventi sono già stati realizzati, oltre che sul tema dell'integrazione tariffaria, anche sulla promozione dei grandi eventi e del turismo in generale – ricorda l'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Mariagrazia Santoro – e quindi la Regione è soddisfatta di sottoscrivere questo protocollo in cui molte iniziative assumeranno un risvolto corale e sinergico”.

Potrebbero interessarti anche...