Convegno il 6 aprile a Udine: Nucleare di IV generazione, stato attuale e prospettive

L'Associazione Politecnica Italiana in collaborazione con Dipartimento politecnico di ingegneria e architettura dell'Università degli Studi di Udine organizza un convegno su "Nucleare di IV generazione, stato attuale e prospettive" . L'inziativa vede l'adesione di : Associazione Termotecnica Italiana; AEIT- Ass. Italiana di Elettrotecnica, Elettronica, Automazione, Informatica e Telecomunicazioni; Ass. degli Ingegneri della Provincia di Udine. Con la partecipazione anche di: ENEA - Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile. Il dipartimento Fusione e Tecnologie per la Sicurezza Nucleare dell’ENEA , si occupa dello studio e sviluppo di tecnologie per i reattori nucleari di IV generazione in quanto ad elevata sicurezza ed affidabilità e con massimo utilizzo del potenziale energetico del combustibile e controllata gestione dei rifiuti radioattivi. Gli sforzi italiani hanno coinvolto le principali università italiane del settore (CIRTEN, www.cirten.it), sono indirizzate allo sviluppo e implementazione dei sistemi nucleari veloci refrigerati a piombo, Lead cooled Fast Reactor (LFR) e Small Modular Reactor (SMR), su cui l’Italia detiene una posizione di leadership progettuale e tecnologica in Europa, attività che sono inquadrate nelle iniziative internazionali (GIF, www.gen-4.org ) ed europee (SNETP, Http://www.snetp.eu ) alle quali il nostro Paese ha aderito. Scopo della conferenza è dare evidenza dell’attuale stato dell’energia nucleare da fissione a livello globale, illustrandone stato e prospettive e la prossima transizione alle tecnologie da fissione di quarta generazione che insieme alla fusione nucleare e all’ulteriore sviluppo delle energie rinnovabili rappresenta l’unica prospettiva attuabile verso uno scenario energetico sostenibile. In particolare si darà evidenza al contributo italiano, che da molti anni si è focalizzato sui sistemi di quarta generazione refrigerati a piombo liquido. Sarà presente ai lavori anche l'azienda MANGIAROTTI S.p.A. specializza nella produzione metalmeccanica pesante di componenti per impianti idroelettrici, Oi&Gas, reattori e scambiatori di calore. Dal 2007 è tra i principali attori nella fabbricazione di componenti per l’industria nucleare, con importanti ordini in Europa, Cina ed USA con particolare attenzione alla produzione di generatori di vapore per impianti PWR, scambiatori di calore, recipienti in pressione, casks per combustibile nucleare contenitori per waste radioattivo. Nel 2014 viene acquisita da Toshiba (70%) e Westinghouse (30%).

Il convegno si svolgerà Giovedì 06 Aprile 2017 ore 14.30 presso il Polo Scientifico dei Rizzi Aula B dell'Università degli Studi di Udine.

Questo il programma
14:30 Accoglienza dei Partecipanti
Prof. Piero Pinamonti
Università degli Studi di Udine. Coordinatore del corso di
studi in Ingegneria Meccanica
Presentazione dell’Iniziativa
Nicola Zampa – Tecnico dell’INFN
Vice-Presidente dell’Ass. Politecnica Italiana
14:40 Energia Nucleare, Stato e Prospettive, Nucleare di IVa
Generazione, La soluzione tecnologica italiana, Contesto
Internazionale
Ing. Mariano Tarantino
ENEA, Responsabile Divisione Ingegneria Sperimentale,
Dipartimento Fusione e Tecnologie per la Sicurezza Nucleare
15:20 Il Programma di ricerca Italiano, Competenze &
Infrastrutture
Ing. Alessandro Del Nevo
ENEA, Divisione Ingegneria Sperimentale, - Dipartimento
Fusione e Tecnologie per la Sicurezza Nucleare
16:00 Mangiarotti e il contributo all'industria nucleare
Ing. Eugenio Lumini - Mangiarotti S.p.A.
Nuclear Sales & Marketing Director
16:30 Conclusione Conferenza

Potrebbero interessarti anche...