Copyright: De Monte, da giganti del web pressioni indebite

L’eurodeputata dem presenta un esposto all’ufficio legale del Parlamento Ue per denunciare le pressioni indebite operate dai giganti del web  sua legge sul Copyright.

“Ho presentato un esposto all’ufficio legale del Parlamento europeo contro le pressioni indebite e le molestie telefoniche pervenute in questi giorni a tutti gli eurodeputati da parte di alcune lobby del web per tentare di impedire l’approvazione della riforma sul copyright e fare i propri interessi”. Lo afferma l’eurodeputata del Pd, vice capodelegazione italiana nel gruppo S&D, Isabella De Monte, che spiega che “gli uffici dei deputati europei sono stati bersagliati da centinaia di telefonate organizzate, mail e in alcuni casi comparsate in ufficio da parte di lobbisti dei colossi del web per esercitare una pressione mai vista prima contro la nuova direttiva, che vuole tutelare il lavoro delle persone, dei giornalisti e degli autori, danneggiando evidentemente le loro casse”.

Secondo De Monte “alcune realtà come Wikipedia hanno espressamente inserito dei link invitando le persone a chiamare gli uffici dei deputati europei per premere contro una riforma che non lede la libertà di informazione, ma che mette piuttosto dei paletti allo sfruttamento a fini commerciali dei alcuni contenuti prodotti da singoli autori. Alla faccia della tanto sbandierata libertà – conclude De Monte – lo spettacolo visto in questi giorni a Strasburgo a difesa degli interessi economici dei grandi del web è stato davvero pessimo”.

Potrebbero interessarti anche...