I creditori dicono si, Hypo Bank e Carinzia evitano il fallimento

Il fallimento della banca austria Hypo Bank ha rischiato seriamente di far fallire il Land della Carinzia (paragonabile alla nostra Lombardia o al Veneto). I creditori, infatti, avrebbero potuto rivalersi sulla Carinzia (socio azionista di maggioranza) per il riacquisto delle obbligazioni in scadenza dell’istituto per 11 miliardi di euro. Sembra che il Land sarà salvato dall’istituzione fallimentare, la proposta di soluzione suggerita dal ministro della finanza, Hans Jorg Schelling, infatti, sembra sia stata accettata, scongiurando il peggio.
La proposta, che gode della garanzia del governo centrale, prevede che i creditori si “accontentino” del 90% di quanto loro dovuto, il concorso della Carinzia con 1,2 miliardi e i proventi del graduale recupero dei "non performing loans" e della svendita di beni confiscati.
I creditori sono in gran parte banche, compagnie di assicurazione, fondi di investimento tedeschi e austriaci, investitori italiani. La Carizia restituirà 1,2 miliardi di euro allo Stato nei prossimi 54 anni.
Al di la dei tempi di restituzione lunghissimi, dal punto di vista dei creditori, la soluzione sembra molto positiva, in Italia una proposta di pagamento al 90% verso i creditori non si è mai visto.

Potrebbero interessarti anche...