Dall’Asdi nasce Cluster Arredo dal Distretto all’intero Settore

redazionefriuliserainfo@friulisera.it
La “vecchia” Asdi del Distretto della Sedia di Manzano, cambia pelle e diventa il “Cluster Arredo Sistema Casa” della regione, abbracciando così la sua operatività all’intero comparto produttivo del manifatturiero. Per arrivare a questo risultato è stato necessario prima cambiare l’assetto societario, da pubblicista a consortile.
Tale passaggio è stato approvato dall’assemblea dei soci a Pordenone, consentendo l’evoluzione da ruolo di singolo distretto a quello di cluster, cioè dell’intero comparto produttivo dell’arredo casa, a copertura dell’intero territorio regionale.
I vertici dell’istituto sono Franco di Fonzo presidente e Carlo Piemonte direttore.
L’attività del Cluster. Il comparto Arredo è alla base dell’economia del Fvg con un fatturato annuo di 3 circa miliardi di euro e una quota dell’export regionale dell’8% nell’ultimo biennio. Occupa oltre 200 mila addetti in regione, una delle percentuali più alte di addetti per regione del manifatturiero.
la privatizzazione. Dopo la fuoriuscita della componente pubblica societaria costituita dai Comuni, la società consortile ha rafforzato la propria compagine con l’ingresso di nuovi prestigiosi soci: Federlegno Arredo, Unindustria Pordenone, Confindustria Venezia Giulia e Confartigianato Fvg, che vanno ad aggiungersi a quelli ‘storici’ (presenti in assemblea Confindustria Udine, Confartigianato Udine, Ascom, Confapi Fvg, Cassa di Risparmio di Udine, Banca di Manzano).
Una compagine che rappresenta in modo completo il settore produttivo del manifatturiero regionale; in particolare con la Federlegno di Roberto Snaidero  si crea un nuovo collegamento diretto tra Milano e il Fvg per lo sviluppo di progetti nazionale e internazionali.
i commenti.«Il compito del Cluster – ha detto di Fonzo -, grazie anche alla positiva collaborazione con la Regione, è di rendere ancora più forte a livello internazionale il nostro comparto, che vede nel vicepresidente Bolzonello e nei suoi uffici degli attenti interlocutori».
«Un esempio positivo di sinergia tra associazioni di categoria – ha commentato Paolo Candotti, direttore di Unindustria Pordenone -, un’unica rappresentanza a livello regionale delle imprese del territorio significa, per il comparto Arredo e sistema Casa, poter contare su un punto di riferimento che si occupi di sviluppo e internazionalizzazione».
«Si dà un passo nuovo – ha aggiunto Franco Buttazzoni di Confartigianato e delegato Udine -, la rappresentanza si ampia così come la sinergia».
Il Distretto della Sedia e quello del Mobile continueranno ad esistere e a dialogare col neonato Cluster Arredo. Previsto a breve l’apertura a Pordenone di un ufficio del Cluster proprio nel cuore del distretto del Mobile.
Tra gli obiettivi fissati per il 2016: superare i 100 certificati di processo o di prodotto gestiti; ampliare i servizi verso il Sistema Casa regionale e aumentare il numero di reti gestiti (5 ad oggi).

Potrebbero interessarti anche...