‘Dissonanze 4’: al garden di Cas’Aupa Andrea Poggio con Adele Nigro e Gak Sato

Ci siamo. ‘Dissonanze 4’ parte e mette subito ‘il turbo’. La rassegna di musica sperimentale organizzata dal Circolo Cas’Aupa (dopo ‘l’assaggio’ con le date off, in occasione di vicino/lontano e Terminal) è pronta per portare a Udine tra i più interessanti artisti della ‘Nuova Musica Italiana’, dell’’Avanguardia-Sperimentazione’ e l’’Underground 4.0’. Una proposta estiva divisa in tre filoni che “rispecchiano le tendenze più attuali e che hanno avuto il riscontro maggiore già nelle precedenti edizioni”, come chiarito il direttore artistico, Jacopo di Gaspero.

IL 29 GIUGNO - Si comincia alla grande, venerdì 29 giugno, con Andrea Poggio, che si esibirà nel giardino estivo del Circolo (in via Val D'Aupa 2, a Udine) dalle 19.30 (ingresso gratuito, per tutti anche per coloro che non hanno la tessera Arci). Poggio piemontese di nascita (ad Alessandria nel 1982) è un avvocato, milanese d’adozione. Comincia la sua esperienza musicale con i Green Like July, gruppo con il quale incide tre dischi. Poi pubblica ‘Controluce’, il suo primo album solista: una raccolta di nove canzoni che spaziano dal pop elettronico alla tradizione italiana, dall’art rock all’avanguardia, alla musica sperimentale, come per tracciare una linea ideale tra i Talking Heads e Paolo Conte, passando per i Matia Bazar di ‘Tango’ e la Kate Bush di inizio anni ‘80. Alle registrazioni hanno partecipato Enrico Gabrielli (Calibro 35 e PJ Harvey), il percussionista Sebastiano De Gennaro (Baustelle e Daniele Silvestri), Yoko Morimyo (violinista nell’ensemble di musica contemporanea Trio Edison) ed Adele Nigro (Any Other). Ad accompagnare Andrea Poggio sul palco ci saranno il noto sound artist Gak Sato, oltre che la stessa Adele Nigro. Frontwoman e polistrumentista negli Any Other (band molto amata nell'ambiente indie made in Italy) Adele Nigro è stata di recente definita da Giovanni Robertini, su Rolling Stone, “la migliore musicista italiana”.

IL 6 LUGLIO – ‘Dissonanze 4’ proseguirà la settimana successiva, il 6 luglio (sempre nel garden di Cas’Aupa alle 19.30), con ‘Cinque Uomini Sulla Cassa Del Morto’. Un gruppo che unisce il cantautorato italiano alle sonorità della musica popolare, specie quella irlandese. I ‘Cinque’ cantano spesso a più voci melodie semplici e allegre ma anche intime e sentite, accompagnandosi con chitarre acustiche, basso, batteria e violino, alle volte ukulele, pianoforte e percussioni. Con le loro canzoni, che parlano di vita quotidiana e di temi in cui tutti possono riconoscersi, puntano a coinvolgere ed emozionare il pubblico, con semplicità ed energia. Infatti, i loro concerti sono sempre una festa!

I CONCERTI - Il programma estivo di ‘Dissonanze 4’ proseguirà poi con Furtherset + Anbuku (20 luglio), Belize (27 luglio), Delmoro (3 agosto), Pietrasonica (3 e 4 agosto al Parco ex colonie di Osoppo), Generic Animal (24 agosto), Petit Singe + Accotica (settembre). Nelle prossime settimane saranno poi annunciate altre date. Sul finire dell’anno, inoltre, è prevista una nuova edizione, invernale, di Dissonanze.

L’ORGANIZZAZIONE - Il Circolo Cas’Aupa è una realtà attiva sulla scena culturale udinese ormai da 11 anni, (e quest’anno fra i vincitori del bando Funder35) composta da soli volontari (per la gran parte under 25), che è riuscita a far arrivare in città numerosissime prime regionali e in alcuni casi italiane (Ought, Iosonouncane, Xiu xiu, Stregoni) con un occhio di riguardo verso la scena indie. Merito del lavoro del presidente Francesco Nguyen, del direttore artistico Jacopo di Gaspero e dei gruppi di giovani volontari. ‘Dissonanze 4’ può contare sulla partnership di Pietrasonica, Blud e sul contributo di Regione Fvg, Fondazione Friuli. Non mancano, inoltre, le collaborazioni con altre realtà cittadine e non come vicino/lontano, Cooperativa PuntoZero, Spazioersetti, Circo all'incirca.

INFO - Per tutti gli approfondimenti del caso è possibile visitare il sito dissonanze.org, dare un’occhiata ai profili Facebook (dissonanze.udine o casaupa), Instagram (#dissonanze) o mandare un’e-mail all’indirizzo info@casaupa.org.

Potrebbero interessarti anche...