Doc Friuli Aquileia: Franco Clementin nuovo presidente

 

Franco Clementin, viticoltore di Aquileia, è il nuovo presidente del Consorzio Tutela Vini Doc Friuli Aquileia. Clementin, che coltiva una trentina di ettari di vigneto, ha 60 anni e succede a Marco Rabino, per il prossimo triennio, nella gestione del Consorzio. Ad affiancarlo, il vicepresidente Francesco Tarlao e i consiglieri: Giovanni Foffani, Monica Macor e Samuele Pozzar.

«Proseguiremo nel solco del lavoro svolto dal Consiglio precedente – afferma Clementin – per far crescere ulteriormente la notorietà della Denominazione i cui vini, negli ultimi anni, hanno raggiunto punte di elevata qualità e le aziende hanno ricevuto prestigiosi riconoscimenti. Un’attenzione particolare sarà rivolta alla conoscenza e promozione del Refosco dal peduncolo rosso, del Traminer, della Malvasia e del Sauvignon che, nel nostro territorio, sono ben acclimatati. Questi impegni saranno sviluppati – conclude il neopresidente – in collaborazione e sinergia con gli altri Consorzi di tutela regionali anche nell’ambito di uno sviluppo ulteriore della Doc Friuli».

La Doc Friuli Aquileia

Riconosciuta nel 1975, si sviluppa in una fascia stretta e lunga che dalla romana Aquileia, passando per Cervignano del Friuli, raggiunge i bastioni della storica fortezza di Palmanova e prosegue fino a Trivignano Udinese.

Il Consorzio Tutela Vini Doc Friuli Aquileia fa parte (ed è socio fondatore) del Consorzio delle Doc-Fvg e di E.VI.Q. - Ente vini di qualità.

Le aziende associate al Consorzio sono 20, per circa 500 ettari vitati, una produzione annua media di 50mila quintali di uva, 23mila ettolitri di vino e 3 milioni di bottiglie.

Potrebbero interessarti anche...