Filari di bolle: iniziata l’edizione 2018 della selezione degli spumanti del FVG. La Giuria di qualità ha degustato 100 vini di 40 cantine

Prestigiosa vetrina per la quarta edizione di Filari di Bolle, la Selezione degli Spumanti del Friuli Venezia Giulia che è uno degli elementi di punta della Sagra del Vino di Casarsa della Delizia, la grande manifestazione enogastronomica che vedrà svolgersi la sua 70ma edizione dal 20 aprile al 2 maggio. Proprio la Selezione, organizzata da Città di Casarsa della Delizia, Pro Casarsa delle Delizia e Associazione Italiana Sommelier del Friuli Venezia Giulia, è stata presentata oggi al Vinitaly di Verona, la più grande fiera vitivinicola d’Italia, nella sala al piano rialzato dello stand istituzionale del Friuli Venezia Giulia (Padiglione 6) nello spazio incontri dell’Ersa (Agenzia regionale per lo sviluppo rurale del Friuli Venezia Giulia).

La sindaca della Città di Casarsa della Delizia Lavinia Clarotto ha raccontato quanto la filiera del vino sia importante per la comunità da lei guidata (e Casarsa fa parte anche dell'Associazione nazionale Città del Vino); Antonio Tesolin presidente della Pro Casarsa della Delizia ha ricordato l'ormai prossimo appuntamento con la Sagra del Vino; Venanzio Francescutti presidente della Giuria di qualità di Filari di Bolle ha illustrato i lavori dei giurati tra i quali c'è Renzo Zorzi presidente dell'Associazione italiana sommelier del Friuli Venezia Giulia che ha guidato i presenti alla degustazione dei quattro spumanti vincitori della passata edizione (per la categoria Metodo Charmat Prosecco Doc Prosecco Doc Extra Dry dell’azienda Pitars di San Martino al Tagliamento; Metodo Charmat Spumante Monovarietale Ribolla Gialla Brut dell’azienda Ronco dei Pini di Prepotto; Metodo Charmat Cuvée Naonis Jadér Cuvée Brut dei Viticoltori friulani La Delizia di Casarsa della Delizia; Metodo Classico Vino Spumante Talento Brut etichetta oro millesimato 2009 dell’Azienda Vigneti Pietro Pittaro di Codroipo) abbinati al prosciutto di San Daniele.

LAVORI DELLA GIURIA
La Giuria di qualità presieduta da Venanzio Francescutti dell’Associazione nazionale Città del Vino si è riunita a Palazzo Burovich de Zmajevich, sede municipale di Casarsa della Delizia, per iniziare i lavori. Ne fanno parte Renzo Zorzi presidente dell’Associazione italiana Sommelier del Friuli Venezia Giulia, Rodolfo Rizzi presidente dei Assoenologi Fvg, Stefano Trinco referente regionale dell’Onav (Organizzazione nazionale assaggiatori di vino), Gianni Ottogalli referente regionale della Guida Gambero rosso, Stefano Cosma referente della rivista Vini buoni d’Italia e Sergio Schinella vicepresidente di Assoenologi Fvg.

Hanno degustato 100 vini proposti da 40 cantine provenienti da gran parte del territorio regionale, suddivisi nelle 4 categorie della Selezione: Metodo Charmat Prosecco Doc, Metodo Charmat Spumante Monovarietale, Metodo Charmat Cuvée e Metodo Classico.

In generale si è percepita la crescita costante del movimento delle bollicine regionali: il gran lavoro svolto dalle cantine del Friuli Venezia Giulia in questi anni si vede nei campioni presentati nelle varie categorie, i quali hanno un’uniformità di qualità grazie alla quale si inizia a percepire in maniera chiara una costanza di identità enologica, a partire dalle categorie monovarietali, soprattutto con il Prosecco e la Ribolla. Prodotti che, quindi, all'interno delle singole categorie si presentano con gusti, profumi e caratteristiche organolettiche comuni: questo è un ottimo risultato che fa ben sperare per il futuro.

I lavori della giuria sono stati anche l’occasione per fare il punto sullo stato dell’arte del settore spumantistico del Friuli Venezia Giulia, che sta raggiungendo le 30 milioni di bottiglie prodotte all’anno, sempre più richieste sia in Italia che sui mercati esteri.

Infine il 22 aprile alle 17, all’interno della cerimonia di inaugurazione della Sagra del Vino nella sala consiliare del palazzo municipale Burovich de Zmajevich di Casarsa della Delizia, saranno svelati i nomi dei vincitori della quarta edizione nelle categorie Metodo Charmat Prosecco Doc, Metodo Charmat Spumante Monovarietale, Metodo Charmat Cuvée e Metodo Classico.

I vincitori e gli altri spumanti selezionati saranno poi degustabili nell’enoteca di Filari di Bolle che l’Associazione Italiana Sommelier del Friuli Venezia Giulia gestirà nel giardino dello stesso palazzo municipale, luogo fulcro dei festeggiamenti dove s’incontreranno anche sapori d’eccellenza del territorio, musica, arte e cultura.

Inoltre nel programma della Sagra c’è anche Degustando... Filari di Bolle, viaggio nei locali di Casarsa alla scoperta degli spumanti finalisti, abbinati a prelibatezze gastronomiche: partecipano all’iniziativa Hotel Ristorante Al Posta, Punto d’Ombra, Zeb, Gelateria Delice (quest’ultima con gelato alla Ribolla Gialla), pasticceria Sambucco (con il biscotto alla Ribolla Gialla). In più Bar Agli Amici e Negozio Saporè il 24 e 28 aprile presenteranno alle ore 19 l’aperitivo con gli spumanti di Filari di Bolle insieme a prodotti tipici pugliesi.

Non solo: nei prossimi mesi gli spumanti selezionati saranno protagonisti di vari eventi che si svolgeranno a Casarsa e anche in altre località del Friuli Venezia Giulia e d'Italia, in un vero e proprio tour che ne diffonderà il nome.

Filari di Bolle è un progetto che sta acquisendo sempre più importanza come vetrina di eccezione delle bollicine friulane, movimento capace di produrre ogni anno milioni di bottiglie di spumante le quali vengono richieste a livello nazionale e internazionale con un continuo aumento della domanda.

PROMOTORI E SPONSOR. Filari di Bolle è a cura di Pro Loco di Casarsa della Delizia, Città di Casarsa della Delizia e Associazione Italiana Sommelier del Friuli Venezia Giulia insieme al Consorzio delle DOC Friuli Venezia Giulia. Importante la collaborazione con l’Ersa, l’Agenzia regionale per lo sviluppo rurale della Regione Friuli Venezia Giulia e l’Assessorato regionale alle risorse agricole e forestali. Collaborano alla riuscita della selezione l’ONAV (Organizzazione nazionale Assaggiatori di Vino), Assoenologi e l’Associazione nazionale Città del Vino. Prezioso anche il sostegno di Friulovest Banca, sempre attenta alle esigenze del territorio. Le ditte Amorim, Ds Smith, Juliagraf e Ceccarelli Group sono sponsor della manifestazione.

ALBO D'ORO
2015 Il premio per il Metodo Charmat Prosecco Doc è stato assegnato al Vino Prosecco Spumante Extra Dry presentato dall’azienda vinicola Fondazione De Claricini. Il premio per il Metodo Charmat Spumante monovarietale è stato assegnato al Vino Ribolla Gialla Spumante Brut presentato dall’azienda Poggiobello - Genagricola S.p.a. Il premio per il Metodo Charmat Cuvée è stato assegnato al Vino Rivus Spumante Extra Dry presentato dall’Azienda agricola Ferrin. Il premio per il Metodo Classico è stato assegnato al  Vino Spumante Talento Pittaro Brut etichetta oro presentato dall’azienda Vigneti Pittaro.

2016 Per la categoria Metodo Charmat Prosecco Doc il primo premio è andato al Prosecco DOC Brut dell’Azienda agricola Giorgio Colutta Bandut di Manzano. Nel Metodo Charmat Spumante Monovarietale vittoria per Pertè Ribolla Gialla Brut del Castello di Spessa di Capriva del Friuli. Nel Metodo Charmat Cuvée primato del Naonis Jadér Cuvée Brut dei Viticoltori friulani La Delizia di Casarsa della Delizia. Infine nel Metodo Classico affermazione del Cuvée Piè di Mont Millesimato 2011 dell’Azienda Agricola Rizzi Roman di Gorizia.

2017 Per la categoria Metodo Charmat Prosecco Doc il primo premio è andato al Prosecco Doc Extra Dry dell’azienda Pitars di San Martino al Tagliamento. Nel Metodo Charmat Spumante Monovarietale vittoria per la Ribolla Gialla Brut dell’azienda Ronco dei Pini di Prepotto. Nel Metodo Charmat Cuvée primato del Naonis Jadér Cuvée Brut dei Viticoltori friulani La Delizia di Casarsa della Delizia. Infine nel Metodo Classico affermazione del Vino Spumante Talento Brut etichetta oro millesimato 2009 dell’Azienda Vigneti Pietro Pittaro di Codroipo.

Potrebbero interessarti anche...