Finta malattia, Alessandra Moretti si dimette da capogruppo del Pd in Veneto

moretti indianaAvranno certo degli echi nazionali le dimissioni di Alessandra Moretti da capogruppo del Pd in Consiglio regionale del Veneto. Le polemiche e le critiche anche interne al suo partito dopo che aveva “marcato visita” dandosi malata ed invece di partecipare ai lavori consiliari sulla legge di bilancio era in viaggio di piacere in India hanno portato oggi Alessandra Moretti ad annunciare le proprie dimissioni. A smascherare la marachella della capogruppo erano state le foto che lei stessa aveva postato sui social mentre partecipava a una sontuosa festa di matrimonio in India. Oggi, tre giorni dopo la polemica e le scuse arrivate su Facebook la ex candidata governatrice sfidante di Zaia ha deciso di rimettere il mandato di capogruppo. «Questa mattina ho scritto ai consiglieri regionali - si legge in una sua nota - per convocarli lunedì mattina, 19 dicembre, e durante quell’incontro intendo rimettere il mio mandato da capogruppo in Regione Veneto. Ritengo opportuno in questa fase non esporre i colleghi a strumentalizzazioni di sorta, e pur avendomi loro rinnovato la fiducia, credo sia doveroso tutelare la coesione della squadra in Regione e nel contempo dare un segnale ai cittadini». Fosse così le funzioni di capogruppo passerebbero al suo vice, il padovano Piero Ruzzante, in attesa che il gruppo Pd decida i nome di un nuovo capogruppo. La Moretti invece non intende rimettere il mandato di consigliere regionale. Come è noto la Moretti diventata renziana di ferro con l'ascesa dell'ex premier toscano  era stata precedentemente   vicesindaco di Vicenza per poi diventare eurodeputata prima di sfidare Zaia alle regionali. L'esponente Pd  non è nuova a gaff gigantesche come quella rimasta famosa in campagna elettorale quando rivendicò il diritto ad andare dall'estetista prendendo così il soprannome di Lady Like.

Potrebbero interessarti anche...