Giovani e integrazione, a Cividale parte il progetto “Welcome to Our Home”

Al via a Cividale il progetto “Welcome to Our Home”. Di che cosa si tratta? L'iniziativa è destinata ai giovani dai 14 ai 35 anni, sul tema dell'accoglienza culturale per e con i giovani presenti in Friuli Venezia Giulia.

Proposto da Associazione Comunicatecivi insieme ad Aspic Fvg e approvato a valere sui bandi di cittadinanza attiva della Regione Fvg, “Welcome to Our Home” gode della collaborazione di Caritas Diocesana di Udine, Dipartimento Prevenzione di Asuiud, Comune di Udine, Comune di Cividale del Friuli, Isis Malignani, Convitto Nazionale Paolo Diacono, Civiform ed Espressione Est.

Incontro, accoglienza, diversità come ricchezza, sono le parole chiave di questa iniziativa. L'obiettivo è creare nei giovani, italiani e stranieri, una cultura civica che permetta loro di riconoscere e rispettare le proprie diversità culturali e storiche. L'accoglienza è la base dell'integrazione e dell'incontro: senza apertura relazionale le persone non possono sentirsi in grado di esprimere i propri bisogni e le proprie risorse. Per fare ciò è necessario rafforzare la comunità nelle proprie competenze individuali e sociali con uno sguardo attento ai giovani, che rappresentano il futuro.

L’idea progettuale si articola attorno a due azioni principali (partecipazione ad un concorso bandito dalle associazioni proponenti ed eventi collaterali nei centri di aggregazione), volte a sviluppare nei giovani partecipanti le attitudini (life skills) necessarie per diventare cittadini responsabili, consapevoli che la diversità è una ricchezza e che l'accoglienza è un valore per tutta la società.

In particolare l’iniziativa prevederà l'attivazione di un bando di concorso a cui potranno partecipare gruppi di giovani, italiani e stranieri, i quali dovranno presentare progetti finalizzati all’incontro e all’integrazione con i propri coetanei.

Ciascun gruppo di giovani sarà spinto a darsi un nome e verrà sostenuto nella progettazione, partecipando da un percorso di formazione (peer education) sul tema dell’accoglienza e dello scambio culturale.

Saranno premiati i progetti ritenuti più innovativi e fattibili, che saranno realizzati da parte dello stesso gruppo di giovani: al gruppo vincitore sarà conferito un premio del valore di 1.000 euro, a scelta tra viaggio di studio o un bene hi-tech, come riconoscimento del lavoro e dell’idea di progetto.

Nei centri di aggregazione dei Comuni di Udine e Cividale del Friuli saranno inoltre organizzate attività ed eventi culturali, artistici e sportivi, per stimolare la condivisione di esperienze tra giovani italiani e stranieri.

Per partecipare al bando e al percorso di formazione, le domande potranno essere inviate entro il 17 febbraio via mail a hello@comunicatecivi.it o consegnate a mano presso i Centri di aggregazione di Udine e Cividale del Friuli.

Potrebbero interessarti anche...