Il leghista Fontanini nuovo sindaco di Udine con 18.830 pari al 50,37%. Martines 18.550 pari a 49,63%

E con Udine è poker per il centrodestra. Pietro Fontanini ha infatti  battuto di misura al ballottaggio per la carica di sindaco di Udine Vincenzo Martines e per il centrodestra è festa grande, dato che  in regione Fvg è riuscito ad accaparrarsi  tutte le città  capoluogo oltre, come è noto la presidenza della giunta regionale con Fedriga. Fontanini è sindaco di Udine con uno scarto di appena 280 voti. Sono  18.830 pari al 50,37%, gli udiensi che hanno votatao per il centrodestra, mentre il candidato di centrosinistra  Martines si è fermato a 18.550 pari a 49,63%.  Ora per il Pd e per la sinistra,  si dovrebbe aprire la stagione delle analisi, ma c'è da temere che, esattamente come per il livello nazionale, faranno fatica a guardarsi allo specchio preferendo appellarsi alla sfortuna o ad un destino cinico e baro, quello che vedrebbe affermarsi la teoria che chi governa bene è penalizzato perchè è il popolo che non capisce,  ribaltando il famoso detto di andreottiana memoria che il potere logora chi ce l'ha in realtà il potere logora quando lo utilizzi male, con arroganza e perdendo il rapporto con i cittadini con le loro necessità e anche con le loro paure. A Vincenzo Martines bisogna dare atto di aver  scalato quasi del tutto i gli oltre sei punti di differenza registrati a primo turno e a Fontanini sarà necessario ricordare che con una vittoria risicata bisognerà governare sapendo di avere una cittadinanza spaccata in due ed un terzo soggetto, quello di reale maggioranza, che non si espresso e che bisognerebbe riconquistare al gioco democratico. Il resto sarà tutto da vedere.

La composizione del nuovo consiglio comunale di Udine clicca qui

Potrebbero interessarti anche...