International Jazz Day 2018 a Palmanova e Cormòns

 

La mattina sul Collio, dalle 10 alle 13, nelle sale del Comune di Cormons e a seguire nella vicina Enoteca, si parlerà di “La musica e il patrimonio”, buone pratiche tra musica e valorizzazione del territorio. Interverranno Paola Martini, presidente Controtempo, Roberto Felcaro, Sindaco di Cormons, l’UNESCO Giovani, Francesco Martines, sindaco di Palmanova, Maria Grazia Santoro, Presidente Fondazione Dolomiti UNESCO e Flavio Massarutto, giornalista. A seguire un concerto jazz con musicisti sia italiani che sloveni, l’Accordeon Jazz Trio, e una degustazione di vini di giovani produttori del Collio e Brda.

Nel pomeriggio ci si sposterà a Palmanova, sotto la Loggia della Gran Guardia (in Piazza Grande) dove suonerà, alle 17.45, la IZ band con i suoi ritmi fusion jazz. Seguirà un tour a tre tappe, guidato dallo storico Alberto Prelli che accompagnerà i partecipanti fino alla Polveriera Napoleonica Garzoni. Qui, alle 19.30, l’inaugurazione della mostra fotografica “ArtePhocus” a cura di Luca d’Agostino e dedicata ai vent’anni di Artesuono che festeggerà attraverso la voce del suo fondatore Stefano Amerio, Glauco Venier, Umberto Trombetta Gandhi e Luca A. d'Agostino, fotografo ufficiale artesuono e autore della mostra Artefocus. A moderare il dibattito Alessio Screm, musicologo. La mostra sarà visitabile il 5 e 6 maggio e l’11, 12 e 13 dello stesso mese, dalle 15.30 alle 18.30.

Chiuderà la giornata, sempre alla Polveriera Garzoni, il concerto dell'Udine Jazz Collective del Conservatorio Tomadini di Udine con il progetto "Homenagem a Antonio Carlos Jobim".

“È il terzo anno che ospitiamo a Palmanova questa manifestazione internazionale. La musica diventa veicolo di promozione di un territorio e momento di approfondimento per lo sviluppo dello stesso. In città abbiamo luoghi eccezionali, riconosciuti come Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco, scenografia perfetta per l’organizzazione di concerti e momenti di confronto. Questi, uniti al fascino della musica jazz, creano eventi dal grande valore emozionale e assolutamente unici al mondo” commenta Thomas Trino, assessore comunale alle politiche giovanili.

L'iniziativa ha lo scopo di promuovere la musica quale linguaggio universale e strumento di pace, cultura e integrazione fra popoli, quali valori promossi dall’UNESCO. La volontà, nel sostenere queste iniziative, è quella di diffondere e promuovere l'integrazione sociale e il tema della diversità culturale: la musica si conferma trait d'union tra civiltà ed etnie, abbattendo le differenze e valorizzando le rispettive peculiarità e tratti distintivi.

L'evento è organizzato in collaborazione con Artesuono, Controtempo, Euritmica, il Comune di Palmanova e ha ricevuto il patrocinio dei Comuni di Cormòns, Brda e Palmanova. Media Partner: JAZZ.IT. Partner tecnici: ProLoco Palmanova, Enoteca di Cormons, Associazione Cormovida- giovani produttori.

L’International Jazz Day Friuli Venezia Giulia si inscrive nel calendario di show e iniziative in programma da Nord a Sud Italia per la Giornata Internazionale del Jazz 2018. Numerosi gli appuntamenti promossi dall'Associazione Giovani per l'UNESCO: concerti, spettacoli, workshop e presentazioni che faranno risuonare tutta la penisola a ritmo di jazz.

La celebrazione della Giornata Internazionale del Jazz sarà occasione per rilanciare la campagna #veritàpergiulioregeni, sostenuta dall'Associazione Italiana Giovani per l'UNESCO già in occasione del Forum Nazionale Italiano svoltosi a Matera a febbraio. Durante le celebrazioni sarà possibile prendere i braccialetti in sostegno della campagna #veritàpergiulioregeni, le donazioni sono volte a coprire le spese legali e verranno inoltre utilizzate per finalità benefiche in nome del messaggio di pace di Giulio.

L'evento verrà seguito sui social con gli hashtag #jazzday #unescogiovani #jazz4heritage.

L'Associazione Giovani per l'UNESCO è composta da oltre trecento giovani tra i 20 e i 35 anni, fra cui studenti, ricercatori, artisti, professionisti, manager e imprenditori. Costituitasi nel 2015 come Comi-tato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO con l’obiettivo di supportare le attività del-la Commissione nel campo dell’educazione, della scienza, della cultura e della comunicazione, all’inizio del 2018 l’Associazione si è dotata di un nuovo statuto e ha elaborato un programma di lavoro pluriennale an-cora più ambizioso.

L’Associazione, presieduta da Paolo Petrocelli, ha ottenuto il prestigioso riconoscimento da parte del Diret-tore Generale dell’UNESCO per essere una delle migliori buone pratiche giovanili a livello mondiale, oggi è la più grande organizzazione giovanile italiana per l’UNESCO.

Dal 2012, in tutto il mondo, il 30 aprile è la Giornata Internazionale del Jazz. Un’iniziativa istituita dalla Conferenza generale UNESCO per promuovere la pace e il dialogo tra le nazioni. Un punto importante per il jazz, riconosciuto come genere musicale che contribuisce alla crescita del dialogo interculturale e alla diffusione della tolleranza.

Potrebbero interessarti anche...