La procura di Udine dispone l’autopsia e la perizia cinematica per fare piena luce sull’incidente costato la vita alla tolmezzina Marika Patatti

La Procura di Udine intende fare piena luce sul terribile incidente costato la vita sulla A23, martedì pomeriggio, 7 febbraio, alla trentatreenne Marika Patatti: la giovane di Tolmezzo, impiegata al supermercato Lidl del suo paese, stava rientrando da un corso di formazione professionale che doveva frequentare in virtù di una promozione ottenuta al lavoro, e viaggiava, seduta sul sedile posteriore, a bordo di una Golf condotta da un collega, che è stata coinvolta in un terribile tamponamento a catena. Il conducente di nazionalità polacca di un grosso furgone non si è accorto della fila di mezzi incolonnati che procedevano lenti davanti a lui e ha tamponato una Polo che a sua volta è piombata addosso alla Golf, proiettandola contro il pianale di un camion fermo che la precedeva: un impatto violentissimo che ha ridotto la vettura ad un ammasso di lamiere e che non ha lasciato scampo alla povera ragazza. Una tragedia che scosso tutta la comunità di Tolmezzo, dove Marika era molto conosciuta e ben voluta, e i suoi colleghi di lavoro: sul parabrezza della sua auto, rimasta parcheggiata davanti al supermarket, sono stati deposti diversi mazzi di fiori e anche un orsacchiotto. Il Pubblico Ministero, dott. Marco Panzeri, titolare del procedimento penale per omicidio colposo a carico del ventisettenne camionista polacco che ha originato la tragica carambola, ha ritenuto di disporre sia l'esame autoptico sulla salma della giovane, che si trova nella camera mortuaria dell'ospedale di Palmanova, sia la perizia cinematica per ricostruire l'esatta dinamica del complesso, oltre che drammatico sinistro. Le due consulenze tecniche saranno affidate, rispettivamente, al medico legale dott.ssa Elisa Polonia e all'ingegner Marco Pozzati: il conferimento degli incarichi avrà luogo sabato 10 febbraio 2018, alle 9.30, presso gli uffici della Polizia Stradale di Palmanova, e l'autopsia sarà effettuata subito a seguire. I familiari della vittima, attraverso il consulente personale Armando Zamparo, per essere assistiti si sono affidati a Studio 3A, società specializzata a livello nazionale nella valutazione delle responsabilità in ogni tipologia di sinistro, a tutela dei diritti dei cittadini, che ha messo a disposizione quali consulenti di parte il medico legale, dott.ssa Gessica Messina, e l'ingegnere cinematico Iuri Collinassi. I due tecnici, che saranno formalmente nominati sabato dal penalista della famiglia, l'avv. Andrea Piccoli del Foro di Treviso, affiancheranno i Ctu della Procura nelle operazioni peritali.

Potrebbero interessarti anche...