Dopo la tempesta Uti, tornano i “nonni vigile”

Calmatosi il marasma Uti, con tutti i passaggi burocratici per il trasferimento della Polizia locale nel nuovo comprensorio, nei prossimi giorni potranno finalmente tornare in azione i “nonni vigile”. Si consolino le famiglie degli studenti, fra pochissimo gli attraversamenti pedonali e le strade saranno di nuovo sicuri e ben presidiati.
«Si trattava di un adempimento previsto dalla normativa, che richiede che la formazione sulla sicurezza venga rifatta quando cambia il datore di lavoro. – spiega il sindaco di Udine, Furio Honsell – Già domani i volontari avranno modo di integrare il percorso formativo seguito precedentemente con il Comune di Udine e a seguire potranno rientrare in servizio».
Attualmente sono otto i nonni vigile operativi sul territorio comunale: Elido Bassi, Tullio Bizzocchi, Claudio Cocetta, Maurizio Dutto, Giorgio Fontanini, Giuseppe Guerrieri, Bruno Ronco e Luigi San Marco. “Armati” di giubbotto ad alta visibilità e paletta di segnalazione, garantiscono la sicurezza di bambini e famiglie negli attraversamenti pedonali di via Baldasseria, via Della Faula-via Massaua, via Padova, via Gorizia, viale Tricesimo, via Colugna e via San Daniele.
«Quello svolto gratuitamente e con alto senso civico da questi cittadini è un servizio veramente prezioso per la comunità. – sottolinea Honsell – Un’opera non solo di educazione stradale e civica, ma che ci ha anche permesso di ridurre la presenza della polizia locale nei plessi scolastici impiegando gli agenti in altre importanti aree di intervento».
Si ricorda che, per chi fosse interessato a prestare servizio come volontario della sicurezza, le richieste possono essere presentate nel mese di febbraio e di agosto di ogni anno. Tutte le informazioni utili sono disponibili sul sito della Regione Friuli Venezia Giulia a questo indirizzo internet: autonomielocali.regione.fvg.it/Polizia Locale e sicurezza/Volontari per la sicurezza.

Potrebbero interessarti anche...