L’annessione di Sappada otto anni di vana attesa

Il colpo di scena avvenuto in Senato riguardo alla richiesta espressa dal Comune di Sappada, ha lasciato tutti di stucco, soprattutto il governatore del Fvg, Debora Serracchiani.
la lettera. «Il ricongiungimento di Sappada con la comunità di cui si sente parte, quella friulana, è un momento che non deve più essere rinviato». È quanto la presidente Serracchiani ha scritto in una lettera consegnata oggi  al ministro per le autonomia Enrico Costa in visita in Fvg.
Nella missiva consegnata, tutta l’amarezza per il limbo in cui sembra essere sprofondato l’inter di ricongiungimento tra Sappada e la Regione Fvg. «Il ribaltamento avvenuto nell’aula del Senato - agigunge la Serracchiani - lascia sgomenti anche per il metodo, al punto da farci chiedere se non fosse stato preferibile andare al voto, in modo da dare nome e volto a quanti erano pronti a dire ai sappadini che la loro volontà non conta nulla».
La vicenda si trascina ormai da otto anni «Se le regole valgono, siano fatte rispettare, altrimenti di dica chiaramente che vanno cambiate». Parole dure che condensano l’amarezza per il lungo tempo trascorso inutilmente.
Serracchiani ha speso due parole anche sugli interventi di Trentino e Alto Adige in favore dei comuni veneti confinari: «Sono frutto di presupposti completamente diversi da quelli esistenti in Friuli Venezia Giulia: Trento e Bolzano pagano perché non vogliono accogliere altri comuni nel loro territorio, per noi la friulana Sappada è benvenuta. Per questo motivo - ne ha concluso Serracchiani - non sono accoglibili posizioni come quella di chi chiede un uguale fondo compensativo per i comuni del Bellunese da parte della nostra Regione».
Concludendo l’incontro col ministro Costa, la governatrice ha ribadito: «Auspico che si possa mettere in calendario questo tema per un dibattito in Senato».
Da parte sua il ministro ha ricordato che il Governo aveva fatto la sua parte, anche dando parere favorevole alla sede deliberante di questo iter  in passato; poi non si era raggiunto in Commissione il quorum  necessario». Costa ha comunque assicurato che «Da parte nostra si segue con attenzione questo tema».

Potrebbero interessarti anche...