“L’Arte non mente”, la terza edizione a Udine

Sta per prendere il via la terza edizione de “L'Arte non mente”, una serie di incontri per contrastare la diffidenza e portare a conoscenza delle persone il mondo del disagio mentale. Tema dominante degli incontri sarà l'arte, intesa come forma di espressione completamente libera, senza vincoli o argomenti specifici, creata grazie al coinvolgimento di persone diverse e diversificate per esperienza, al fine di generare sinergie. Protagonisti dei diversi incontri ed eventi saranno gli utenti dei servizi di salute mentale insieme ad attori, musicisti, ballerini, scultori, pittori, artigiani, volontari e cittadini curiosi. Attraverso i momenti artistici previsti da programma l'evento vuole principalmente sensibilizzare e rendere la comunità e i diretti interessati consapevoli del valore dei percorsi di recupero dal disagio mentale, il tutto all'interno di uno scenario storico per la città di Udine: il parco S.Osvaldo, luogo che fu di “chiusura e privazione” dato che fino al 1990 ospitava il manicomio. Oggi questo parco vuole essere palcoscenico e luogo di “incontri creativi” tra le persone che, attraverso processi creativi, faranno della loro diversità una ricchezza. Da giovedi 23, tre giorni tra mostre, laboratori creativi, concerti e spettacoli. La manifestazione è organizzata dalla cooperativa sociale Duemilauno Agenzia Sociale, in collaborazione con Cooperativa Itaca, Consorzio COSM e le sue associate Cooperativa Partecipazione, Cooperativa Irene 3000, Associazione di promozione sociale Arum, L'Azienda Ospedaliero-Universitaria Santa Maria della Misericordia (AOUUD) e il Dipartimento di Salute Mentale.

Potrebbero interessarti anche...