Lilt e Anci promuovono a Udine la campagna nazionale “Percorso Azzurro” per la prevenzione oncologica maschile

Nelle notti di mercoledì 13 e giovedì 14 giugno a Udine, via Mercatovecchio si illuminerà di azzurro in occasione della campagna nazionale per la prevenzione oncologica maschile “Percorso Azzurro”. Con questa iniziativa, promossa in collaborazione con Anci, l’Associazione nazionale dei comuni italiani, la Lega italiana alla lotta contro i tumori intende potenziare il proprio impegno nella cura e nella promozione della prevenzione – sia primaria che secondaria – volta alla sensibilizzazione della popolazione maschile in merito alle principali patologie oncologiche.

I dati epidemiologici – che raccontano la frequenza e la distribuzione delle malattie e dei parametri di salute nelle popolazioni - indicano che gli uomini si ammalano di più di cancro di quanto non accada alle donne. In particolare, si stima che in Italia, dei circa 370.000 nuovi casi di tumore maligno, il 54% (circa 195.000) è diagnosticato negli uomini, rispetto al 46% (circa 175.000) nei confronti delle donne. I “fattori di rischio” che favoriscono l’insorgenza di questi tumori – quali l’età, la familiarità, l’anamnesi personale – inducono a dover individuare i possibili “fattori di protezione”. A tal fine, quindi, sarà distribuito a Udine e in tutta Italia dalle 106 sezioni provinciali Lilt, il materiale informativo e divulgativo finalizzato a favorire stili di vita salutari, quali la sana alimentazione, l’attività fisica quotidiana, l’astensione dal tabagismo e l’esposizione a specifici fattori di rischio, come per esempio l’Hpv. Inoltre, nella stessa giornata, all’insegna della prevenzione secondaria e della diagnosi precoce, verranno effettuati colloqui e visite gratuite presso gli oltre 400 ambulatori delle sezioni Lilt. A Udine, i controlli verranno eseguiti presso ….

La Lilt – medaglia d’oro al merito della Sanità Pubblica – da oltre 95 anni promuove e diffonde la cultura della prevenzione su tutto il territorio nazionale, in collaborazione con le principali istituzioni e le più importanti organizzazioni nazionali ed internazionali attive in ambito oncologico. L’azione della prevenzione è poliedrica, dalla primaria, finalizzata a ridurre i fattori di rischio e le cause di insorgenza della malattia, alla secondaria, che si concretizza in visite mediche ed esami strumentali per la diagnosi precoce dei tumori, fino alla terziaria, volta a prendersi cura delle problematiche del percorso di vita di coloro che vivono la malattia.

Anche Anci, che da tempo con i sindaci è impegnata nella promozione di iniziative a sostegno del benessere dei cittadini, sostiene la campagna “Percorso Azzurro” che, illuminando un monumento significativo della propria città nelle notti del 13 e del 14 giugno, determina un impatto rilevante, richiamando l’attenzione della popolazione di tutte le fasce d’età, sul valore fondamentale della prevenzione oncologica.

 

Potrebbero interessarti anche...