L’Upc vuole sbranare anche la Leonessa: domani il Tavagnacco di scena a Brescia

Nella tana delle campionesse d'Italia. È il non facile impegno che attende domani l'Upc Tavagnacco, chiamato a fare gli straordinari sul campo. Già, perché le gialloblu non hanno avuto nemmeno il tempo di godersi la bella vittoria per 5-2 sul Chieti - quinta affermazione in sei partite - e sarà già, tra poche ore, il momento di rimettere i tacchetti sul terreno di gioco.

Domani, mercoledì 30 novembre, le ragazze di mister Amedeo Cassia saranno di scena a Brescia, cioè contro la formazione che ha saputo conquistare lo scudetto del calcio femminile nella scorsa stagione. La sfida, valida per il recupero della sesta giornata di serie A, comincerà alle 14.30, con il fischio d'inizio dell'arbitro Ubaldi di Roma.

Forse qualcuno ricorderà le polemiche accese da Cassia sullo spostamento della partita, legato agli impegni Champions delle lombarde. Il tecnico non aveva digerito la decisione, soprattutto perché il match era stato rinviato a un giorno feriale. Ma tant'è, ormai il dado è tratto e il malumore, forzatamente, dovrà essere messo da parte. La posta in palio, infatti, è bella tosta: entrambe le squadre si presentano all'incontro con 15 punti in saccoccia e lo sguardo ben puntato sulla vetta della classifica.

Le due formazioni arrivano all'appuntamento con stati d'animo diametralmente opposti. Il Tavagnacco ha il morale alle stelle dopo l'ennesima ottima prestazione, culminata con il largo successo su Chieti, mentre le “leonesse” si leccano le ferite dopo il pesante rovescio per 0-5 patito contro la Fiorentina.

Si prennuncia in ogni caso una sfida accesa, anche sulla scorta dei precedenti che hanno sempre fornito un grande spettacolo: le friulane e il Brescia si sono incontrate 14 volte in serie A, con 6 vittorie del Tavagnacco, quattro del Brescia e quattro pareggi.

Le gialloblu affronteranno la trasferta in Lombardia senza una pedina fondamentale come Maria Zuliani e con Elisa Camporese (fresca vincitrice del premio come miglior giocatrice del Triveneto) in forse. L'allenatore Amedeo Cassia resta comunque fiducioso. « È chiaro che sarà una partita molto difficile per noi – puntualizza il mister -, ma non partiamo già battute e andiamo a Brescia per cercare di dare del filo da torcere alle nostre avversarie. In allenamento abbiamo provato alcune cose che spero le ragazze riescano a mettere in campo durante la partita. Siamo in emergenza - conclude - e quindi non potremo fare il nostro solito gioco. Cercheremo di non scoprirci all’inizio, per poi colpire in contropiede».

Potrebbero interessarti anche...