M5S, Di Maio annulla il confronto in tv con Renzi, “non è più il leader del PD”

Mentre ancora faticosamente gli scrutatori in Sicilia sono alle prese con voti di lista e preferenze ed i commenti basati su exit poll si sprecano con il solito scarica barile fra vincitori e perdenti il primo reale effetto è arrivato come una doccia fredda. Il grillino Di Maio annulla il confronto in tv con Matteo Renzi: “Avevo chiesto il confronto con Renzi qualche giorno fa, quando lui era il candidato premier di quella parte politica. Il terremoto del voto in Sicilia ha completamente cambiato questa prospettiva. Mi confronterò con la persona che sarà indicata come candidato premier da quel partito o quella coalizione”. “Il Pd – aggiunge Di Maio – è politicamente defunto. A quello che leggo oggi sui giornali in interviste di esponenti Pd, non sappiamo neanche se Renzi sarà il candidato premier del centro sinistra. Anzi, secondo le ultime indiscrezioni riportate dai media, a breve ci sarà una direzione del Pd dove il suo ruolo sarà messo in discussione. Il nostro competitor non è più Renzi o il Pd. Combattiamo contro l’indifferenza che genera l’astensione”. A rispondere a caldo alla scelta del M5s per il PD è Matteo Richetti che parla di commedia ridicola: “E’ talmente ridicolo che ogni commento rovinerebbe questa commedia”. Cosi’ Matteo Richetti, portavoce del Pd, risponde a chi gli chiede di commentare la scelta di Luigi Di Maio di cancellare il confronto tv con Matteo Renzi. Ne frattempo la notiia ha indispettito anche l’emittente La7 di Mentana che pregustava già l’orgia di audience. Il M5s ha voluto dare un contentino alla Tv di Cairo, annunciando un confronto a distanza con interviste contrapposte fra Renzi e Di Battista, noon Di Maio che evidentemente si sente già su un altro pianeta.

Potrebbero interessarti anche...