Manifestazione antifascista a Gorizia. La protesta contro il sindaco Ziberna che ha ricevuto rappresentanti della X mas

Erano in molti a Gorizia davanti al municipio per protestare contro la decisione del sindaco Ziberna di ricevere rappresentanti della X mas nel settantaduesimo anniversario della battaglia di Tarnova della Selva, che vide opposta le mussoliniane formazione della Rsi alle truppe dell’Esercito di liberazione della Jugoslavia. A sostenere i nostalgici della formazione collaborazionista dei nazisti nel litorale adriatico, separati da un cordone di polizia dalle tantissime persone strette attorno ai labari delle formazioni partigiane, era schierata anche Casapound. Nel corso della manifestazione di protesta indetta dall'Anpi ha anche preso la parola la parlamentare Serena Pellegrino (LeU – Sinistra Italiana) che ha stigmatizzato con durezza la decisione del sindaco di Gorizia: “Non vedo nessuno qui tra noi che non abbia a cuore l'Italia, viva la Resistenza e la libertà, viva la Costituzione italiana e basta con queste buffonate dentro il Comune a Gorizia”. “ Inaudito che queste iniziative siano consentite da un sindaco, proprio in queste terre dove sono morti così tanti italiani e sloveni per liberarci dal fascismo e dal nazismo.” 
La parlamentare ha anche preannunciato una segnalazione al Prefetto di Gorizia affinchè sia controllato se corrisponda al vero, che all’interno della Casa comunale che è essa stessa presidio della nostra Costituzione antifascista, oggi sia stato fatto risuonare anche l’inno della X flottiglia Mas: “ Parole e musica che fanno rabbrividire – ha detto la parlamentare - e che rievocano una retorica di violenza e sopraffazione che nulla a che fare con il patriottismo e con la nostra democrazia. Mi auguro che tutti coloro che si sono raccolti sotto i labari dei partigiani, le insegne dei deportati nei campi nazisti e le bandiere italiane che testimoniano il valore della Resistenza la firmino insieme a me”.

Potrebbero interessarti anche...