Nasce il collettivo Militanza Artistica

La cultura underground nasce per affrontare le disuguaglianze, le logiche del pensiero unico del più forte e per proporre una visione diversa da quella schiava delle logiche di marketing e consumo, fecondando così altre espressioni artistiche e altri sottogeneri underground. Questo è lo scopo del collettivo appena nato dall'idea di alcuni artisti poeti di strada, una militanza artistica (questo il nome stesso del collettivo) aperta a diverse correnti di pensiero, che propone tematiche affrontate attraverso il linguaggio della poesia di strada e dell'informazione attraverso diversi mezzi espressivi.

I punti del manifesto sono presenti sul blog del collettivo www.militanzartistica.noblogs.org , ma in sintesi il fine è di costituire un gruppo senza confini,  che possa affrontare problematiche attuali e sensibilizzare gradualmente, a suon di parole e colori, l'opinione pubblica circa i temi trattati.  «L'impegno è quello di mettere in luce la cruda tangibilità del quotidiano e per uno sviluppo armonico di tale progetto sarà necessaria la compartecipazione attiva fra validi organizzatori e artisti che, pertanto, verranno arruolati come militanti artisti.»  Un collettivo che non avrà editori e padroni; libero invece nel rispetto del proprio pensiero per arrivare all'obiettivo di portare arte e verità al centro dell'interesse generale, arrivando con il nostro messaggio anche a chi questi problemi li denuncia già e a chi questi problemi li alimenta. Il collettivo sarà quindi una ulteriore voce che si aggiunge a chi vuole far rinascere l'arte ribelle come mezzo di manifestazione e di denuncia sociale.

Gli assalti artistici raffigurati nelle foto sono di Joe B. e Mathias Pds  i primi poeti di strada del collettivo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Se il tempo vola

tu non guardare il cielo

Ferma la mano

sul muro del tempo

e lotta contro il sistema

Se il tempo vola

tu non guardare il cielo

Ferma la mano

sul muro del tempo e

Lotta - insieme a me -

contro le case editrici

E lotta - insieme a me -

contro l’editoria

Contro l'editoria

che toglie il respiro

alla tua ispirazione.

Mathias PdS

Potrebbero interessarti anche...