Movimento “Alleanza Popolare per la democrazia e l’uguaglianza” anche a Udine si discute di “Brancaccio”

In  questi giorni in Italia si stanno svolgendo innumerevoli incontri pubblici che guardano con interesse al movimento “Alleanza Popolare per la democrazia e l’uguaglianza” nato dagli appelli di Anna Falcone e Tomaso Montanari e dall’assemblea svoltasi al Teatro Brancaccio di Roma il 18 giugno scorso. “Si è aperto nei diversi territori si legge in una nota degli organizzatori, un interessante confronto finalizzato alla costruzione di un’ampia coalizione della sinistra, alternativa al PD, formata da cittadine e cittadini, reti di impegno civile, associazioni, comitati, movimenti e partiti politici, per rispondere alla generale disaffezione verso la politica, al dilagante astensionismo, all’emergenza democratica”. “Vorremmo, prosegue la nota,  che anche nella nostra regione si aprisse un percorso analogo: da qui l’Appello per un Brancaccio FVG che vi proponiamo in allegato (per aderire brancacciofvg@gmail.com).  Un tale progetto ha bisogno di concretezza, necessita del contributo di tante persone, capaci di riflessione e di proposta comune su temi importanti che riguardano le nostre vite. In questi anni a livello globale e locale abbiamo assistito all’attuazione di politiche che hanno prodotto profonde diseguaglianze, impoverimento, precarietà, perdita dei diritti e delle tutele sociali, smantellamento dei servizi sanitari, della scuola pubblica e dell’università, abbandono e dissesto dei territori”. “Per questo, conclude la nota,  mentre il ceto politico è impegnato in “avvicinamenti e scollamenti, rotture e ammiccamenti”, noi vogliamo parlare di cose e non di alleanze, di problemi e non di abbracci, di soluzioni e non di tesseramenti”.
L’invito per gli interessati è per sabato 11 novembre alle ore 16.00 a Cussignacco (ud) presso la  Sala Polifunzionale, via Veneto, 164
Si tratta, spiegano gli organizzatori di una assemblea pubblica che vuole  avviare in tutta la provincia una prima riflessione su alcune questioni che riguardano il nostro territorio, nella prospettiva di un cambiamento delle politiche in Friuli Venezia Giulia. Previsti tavoli ascolto  e lavoro su quattro punti qualificanti:
1) lavoro;
2) sanità pubblica;
3) immigrazione e inclusione;
4) pluralismo nell’informazione.
“Su questi temi, concludono gli aderenti al “Brancaccio FVG” vorremmo raccogliere le vostre opinioni e proposte, individuando insieme a voi quelli più urgenti, avviando, se possibile, dei tavoli di lavoro, in una dimensione di partecipazione, di messa in comune delle conoscenze, di assunzione collettiva di responsabilità”.

APPELLO Brancaccio FVG

Potrebbero interessarti anche...