Nuova energia alla rappresentanza grazie a un accordo tra associazione imprenditori idroelettrici del Fvg ed Elettricita’ Futura

L’Associazione Imprenditori Idroelettrici del Friuli Venezia Giulia sottoscriverà un accordo di collaborazione con Elettricità Futura, l’associazione di categoria delle imprese elettriche italiane nell’ambito di Confindustria, nata recentemente dalla fusione tra Assoelettrica e assoRinnovabili.
La decisione è stata presa ieri, a Tolmezzo, nel corso di un incontro ospitato nella sede della Delegazione di Confindustria Udine, cui hanno partecipato Gianna Cimenti, presidente di Assimpidro, accompagnata da numerosi componenti del direttivo, Simone Mori e Andrea Zaghi, rispettivamente presidente e direttore di Elettricità Futura, e Vittorio Di Marco, vicepresidente di Confindustria Udine e Capo Delegazione.
“L’Associazione Imprenditori Idroelettrici del Friuli Venezia Giulia – ha affermato Gianna Cimenti – è, ed intende continuare ad essere, una Associazione di imprenditori gestori di piccoli impianti idroelettrici ubicati sul territorio regionale. Ritiene necessario, però, instaurare un rapporto di collaborazione con una Associazione di livello nazionale, al fine di poter contare su un supporto qualificato nel trattare i problemi determinati dalla sempre più complessa normativa nazionale ed europea in campo energetico e per meglio affrontare le problematiche della filiera micro e mini idroelettrico”.
In un settore, quello dell’energia, caratterizzato da una proliferazione normativa a livello europeo, nazionale e regionale che talvolta determina un “cortocircuito” legislativo e burocratico difficile da gestire soprattutto da parte dei piccoli operatori, Assimpidro ha ritenuto strategica la possibilità di mettere a fattor comune le specifiche competenze ed operare in sintonia per dare “nuova energia alla rappresentanza”.
Un concetto condiviso da Simone Mori che ha proposto, appunto, la sottoscrizione di un accordo di collaborazione “che si inserisce in un percorso di assistenza, rivolto ai piccoli produttori idroelettrici, che storicamente è sempre stato forte da parte nostra. Dagli indirizzi europei, passando per i meccanismi di sostegno agli investimenti, che fanno capo al Governo nazionale, fino alle normative che regolano l’utilizzo delle risorsa idrica, che hanno implicazioni più centrate sui singoli territori, particolarmente in una Regione a statuto speciale, lavorare insieme rappresenta un’opportunità per tutti”.
“Come Confindustria – ha sottolineato Di Marco – guardiamo con favore a tutte le forme di collaborazione che rafforzano la rappresentatività e pensiamo che questo accordo possa consentire ad Assimpidro di essere efficacemente rappresentata in un ambito più vasto. Assimpidro è associata a Confindustria Udine ed Elettricità Futura è associata a Confindustria nazionale a dimostrazione che la componente energia rappresenta un settore strategico nel comparto produttivo ed è fondamentale per garantire una prospettiva di sviluppo economico e sociale”.
A breve, dunque, l’accordo sarà sottoscritto ufficialmente e sono già in cantiere iniziative comuni per l’inizio dell’anno prossimo.

Potrebbero interessarti anche...