Il Pordenone confermato tra le 32 società italiane autorizzate a svolgere le selezioni giovanili in Italia

Che il suo vivaio sia un fiore all’occhiello, capace di coltivare i talenti e lanciarli sui palcoscenici professionistici, non è un mistero. Così come non stupisce il fatto che il Pordenone Calcio del presidente Mauro Lovisa sia stato riconfermato tra le 32 società autorizzate in tutta Italia dal Settore Giovanile e Scolastico della Figc a sottoporre a prova nella stagione in corso giovani calciatori di età compresa tra i 10 (compiuti) e 12 anni (non compiuti), se residenti in Friuli Venezia Giulia, e/o giovani calciatori dai 12 (compiuti) ai 16 anni se provenienti da un’altra regione.

Il Pordenone, dunque, rimane l’unica società autorizzata in Friuli Venezia Giulia dal Settore Giovanile e Scolastico a svolgere questo tipo di attività. Per l’accoglimento della richiesta si dovevano detenere i requisiti di “Scuola di Calcio”, ovvero avere nel proprio staff tecnici con qualifiche federali, una situazione disciplinare adeguata e, infine, un esperto di aspetti socio-relazionali.

Potrebbero interessarti anche...