Psr Fvg, domani incontro alla Cciaa di Udine sul Bando per le Filiere Agricole

Tempo di presentazione ufficiale per il Bando per le Filiere agricole del Programma di Sviluppo Rurale (Psr) 2014-2020. Domani, martedì 9 maggio, nella “Sala Valduga” della Camera di Commercio di Udine, dalle 10.30 alle 13.30 è in programma un appuntamento dedicato a tecnici, beneficiari, associazioni di categoria, ordini, CAA, cooperative e consorzi. Durante la mattinata, si potrà conoscere più da vicino i dettagli previsti all’interno delle misure comprese nel pacchetto dei Progetti di Filiera.

Nutrito il menu della giornata. L’Autorità di Gestione del Psr, assieme al Servizio competitività sistema agro alimentare della Direzione centrale risorse agricole, forestali e ittiche (struttura responsabile di misura), ripercorrerà i quesiti posti dagli interessati, le cosiddette Faq, offrendo risposte puntuali ai dubbi più importanti. Durante l’incontro, ai partecipanti saranno illustrate anche le possibili modifiche del Bando, nonché termini e modalità di presentazione delle domande. Attualmente, la scadenza per richiedere i contributi è fissata al 1° giugno 2017.

Il Bando per le Filiere agricole del Psr è stato approvato a fine 2016 dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore alle Risorse agricole e forestali Cristiano Shaurli. La misura ha una dotazione di risorse economiche pari a 30,41 milioni di euro, plafond destinato ai progetti di filiera. La modalità di accesso è finalizzata a coinvolgere i soggetti componenti le filiere nella definizione di obiettivi comuni di sviluppo sostenibile per potenziare e integrare quelle esistenti, o crearne di nuove ai fini di valorizzare il comparto agricolo e agroalimentare del territorio.

Le attività previste dai progetti di filiera potranno essere realizzate da partecipanti diretti – che hanno chiesto cioè il sostegno al Psr – e indiretti, che non hanno formulato domanda di adesione ai contributi ma usufruiscono di una ricaduta positiva derivante dalla realizzazione del progetto stesso. I progetti sono caratterizzati da un accordo di filiera, della durata minima obbligatoria di cinque anni successivi alla data dell’ultimo pagamento effettuato a un beneficiario diretto.

Potrebbero interessarti anche...