Se Renzi fa la “voce grossa” l’Inghilterra batte le mani

redazionefriuliserainfo@friulisera.it
Dopo l’uscita dell’Inghilterra dall’Ue, l’atteggiamento del governo inglese nei confronti del Vecchio Continente è decisamente cambiato, l’appoggio del Financial Times, il quotidiano di Londra, alla reazione provocatoria di Renzi, va proprio in questa direzione.
Nello specifico, il quotidiano della City non loda il modus operandi aggressivo del premier nostrano, ma disapprova il fatto che spesso la Commissione europea redarguisce gli stati membri per aver mancato i loro obiettivi fiscali, senza poi far seguire le relative sanzioni previste dalle regole comunitarie.
Nel caso specifico, Ft titola “L’Italia ha ragione”, scrivendo che da Bruxelles dovrebbero chiudere un occhio sull’ennesimo governo che supera i target stabiliti. In sostanza, se l’hanno già fatto molti altri prima di noi, perchè proibircelo proprio adesso che la nostra salute economica sembra migliorata?
«Mr. Renzi ha ragione - si legge nell’editoriale di oggi - adesso un tentativo di ridurre il deficit sarebbe prematuro e controproducente».
Resta da capire perchè tanta attenzione su un aumento di deficit che resta comunque ben al di sotto del 3%, tetto massimo consentito. A tale riguardo, il ministro dell’economia, Carlo Padoan oggi ha difeso nuovamente l’impostazione della legge di Bilancio parlando alla conferenza sull’economia europea a Bratislava: «Non vogliamo un mondo senza regole, vogliamo un mondo con regole migliori. Dobbiamo tornare indietro alla strategia delle origini dell'Europa, che era basata sul “crescere per una migliore integrazione”».

Potrebbero interessarti anche...