Rilevamento pesticidi Fvg all’avanguardia

redazionefriuliserainfo@friulisera.it
Dai dati contenuti nel Rapporto nazionale pesticidi nelle acqua - edizione 2016, emerge che nessuna delle 15 postazioni di rilevamento predisposte dall’Arpa Fvg ha rilevato nel 2014 un superamento del valore limite di pesticidi nella acque interne della regione.
Il rilevamento, fatto secondo la normativa Sqa (Standard di qualità ambientale), è stato fatto anche per le acque sotterranee; in questo caso i rilievi effettuati nel periodo 2009-2014 in 137 stazioni di pianura indicano che il 68% dei punti di prelievo presentano residui di fitofarmaci; ma solo in 13 punti (pari al 9,5% del totale) è stato riscontrato il superamento dello Sqa.
La situazione del Fvg è risultata sostanzialmente in linea con quella delle altre regioni del Nord e Centro Italia, anche se un confronto diretto non è sempre facile. Per esempio, l'indicatore del consumo di pesticidi per unità di superficie coltivata che pone il Friuli Venezia Giulia al quarto posto in Italia (dopo Veneto, Provincia di Trento, Campania ed Emilia-Romagna), un dato giustificato dalla maggior presenza di colture altamente specializzate.
Per quanto riguarda la presenza di pesticidi nelle acque di superfici e di profondità, l’argomento è regolamentato in diverse direttive europee, recepite dalla legislazione nazionale e regionale. Il fenomeno è maggiormente presente al Centro e al Nord, a causa di una maggiore concentrazione di aziende agro-zootecniche intensive e, anche, per i maggior controlli effettuati sul territorio.
Per il controllo più completo degli inquinanti, Arpa Fvg si è dotata di sofisticate strumentazioni che consentono il rilevamento anche nel caso di concentrazioni molto basse di pesticidi. Il laboratorio Arpa Fvg e quello Arpa Lombardia sono diventati i punti di riferimento a livello nazionale, effettuano analisi su tutte le regioni .

Potrebbero interessarti anche...