Sente-Mente®Project: A Palmanova “Fari di possibilità sul territorio”

Continua il percorso di Sente-Mente®Project a Palmanova. Già iniziato l’anno scorso, con l’organizzazione di un corso dedicato ai familiari di persone affette da demenza, si arricchirà di un nuovo appuntamento “Fari di possibilità sul territorio”, previsto per venerdì 15 giugno alle 20.30, nel Salone d’Onore del Palazzo Municipale. Sarà presente la felicitatrice Cristina Perusin e la dott.ssa Letizia Espanoli, ideatrice del progetto nazionale Sente-Mente®.

A Palmanova, da novembre 2017 a febbraio 2018, 20 familiari hanno avuto la possibilità frequentare i laboratori, gratuiti, condotti dall’infermiera e felicitatrice Cristina Perusin.

“Ora il Comune, con la programmazione del nuovo appuntamento, vuole condividere i successi del Sente-Mente® Laboratorio e presentare un'ulteriore opportunità. Con “59 minuti per spettinare la demenza” verranno organizzati incontri con le varie associazioni e gruppi del territorio per raccontare chi è una persona che convive con la demenza e quindi rendere la comunità capace di accogliere, sostenere e non giudicare le famiglie e i malati” commenta Giuseppe Tellini, assessore comunale alle politiche sociali. “È compito dell’amministrazione comunale stare vicino e formare le persone che si occupano di demenza, a tutti i livelli, per cambiare il modo di porsi nei confronti di questa malattia che coivolge, oltre ai malati, diretti interessati, anche tutte le persone che con questi vengono quotidiamente in contatto”.

Durante la serata, Palmanova verrà proclamata “Sente-Mente® Comunità amica che vivono con la demenza” visto appunto l’impegno a divulgare tale metodologia.

Sente-Mente®Project è un modello innovativo di guardare alla demenza, che non si limita alla perdita di memoria e di abilità cognitive. L’obiettivo è di creare la consapevolezza che la persona affetta da questa malattia possiede fino all'ultimo la capacità di provare emozioni, di cogliere e sentire le emozioni degli altri. Cosi da “de-mente” (fuori dalla propria mente) a “Sente-Mente” (perchè la persona sente).

Il progetto nazionale è stato ideato dalla dott.ssa Letizia Espanoli con l'obiettivo di allenare i familiari, le persone che si prendono cura di persone che convivono con la demenza e le persone che lavorano in ambito socio-sanitario, ad individuare il nocciolo vitale ancora presente nella persona affetta da demenza. Un modello che dà la possibilità di essere accompagnati con professionalità, competenza e innovazione, in un viaggio capace di far germogliare una cultura che aggiunga al “fare” la felicità di “essere”.

Il 30 ottobre del 2014 è stato approvato, dalla Conferenza Unificata l'accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome, il Piano Nazionale Demenze (PND) che vede tra i suoi obiettivi quello di ”migliorare la qualità dell'assistenza delle persone con demenza al proprio domicilio, presso strutture residenziali e semiresidenziali e in tutte le fasi della malattia” e ”favorire tutte le forme di partecipazione, in particolare attraverso il coinvolgimento delle famiglie e delle Associazioni, sviluppando non solo l'empowerment delle persone ma anche quello della comunità”.

Potrebbero interessarti anche...