Sfida populista e mass media nell’Europa Occidentale

A Pordenone Roberto Reale, volto noto di Rai News, incontra lo studioso Marco Morini sui "Nuovi populismi" e la loro insofferenza al giornalismo d'inchiesta.

Nell'era dell'informazione il vero rischio è quello della spaesamento e del disorientamento. Un pericolo che può essere affrontato con l'educazione ai media. «Senza un flusso di informazioni ottenute attraverso ricerche accurate, e senza lo stimolo di argomenti basati su competenze che non si trovano a buon mercato, la comunicazione pubblica perde la sua vitalità di ragionamento», lo ricorda una nota firma del giornalismo d’inchiesta televisivo, Roberto Reale, già vicedirettore di Rai News 24, quotando il filosofo tedesco Jürgen Habermas e spiegando che «per i giornalisti l'unica strada è non arrendersi e lavorare duramente con impegno e accuratezza», anche e soprattutto al tempo dei nuovi populismi, tema portante del secondo incontro promosso dall’Istituto Regionale di Studi Europei nell’ambito del 42° corso di cultura storico politica a Pordenone, in programma giovedì 10 novembre, alle 15.30, nell’Auditorium di Casa Zanussi di Pordenone.
“Sfida populista e mass media nell’Europa occidentale”, dunque, è il tema del dialogo che Roberto Reale intreccerà con lo studioso Marco Morini del Dipartimento Scienze Politiche dell’Università di Padova, promosso in collaborazione con il Circolo della Stampa di Pordenone e l’Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia. Le democrazie europee stanno attraversando mutamenti intensi sul versante istituzionale e della comunicazione: «fra gli elementi più destabilizzanti – osserva ancora Reale - spicca certamente l’emersione dei populismi e leaderismi, sempre più insofferenti a qualsiasi forma di controllo sulle loro affermazioni e sui loro comportamenti da parte di osservatori indipendenti».
Marco Morini, chiamato a portare il suo contributo intorno a questo tema, è attualmente ricercatore al Dipartimento di Scienze Politiche e Giuridiche e Studi Internazionali dell’Università di Padova ed è autore di diversi saggi fra i quali il recente Alternanze di governo e grandi coalizioni nell’Unione Europea 2008-2015 (con Fabrizio Tonello) in Democrazie in transizione a cura di Nadia Urbinati (Feltrinelli 2016). Ha insegnato all’International University of Sarajevo (Bosnia-Erzegovina) ed è stato Post-Doctoral Research Fellow presso Macquarie University (Australia). Studioso di Scienze della Comunicazione, di politica comparata e del sistema elettorale americano, è collaboratore della rivista di Studi Internazionali Aspenia online ed è membro della Società Italiana di Studi Elettorali, della Società Italiana di Scienza Politica e dell’European Consortium for Political Research.

Potrebbero interessarti anche...