Stranieri residenti in calo (-2%)

Dopo oltre un ventennio di progressivo aumento, il numero di stranieri residenti in Fvg inizia a calare. Dal 2015 al 2016 si è passati da 107.559 a 105.222 (-2,2%). Lo rileva un’indagine Ires Fvg su dati Istat  curata dalla ricercatrice Chiara Cristini.
Dopo il picco registrato nel 2014 (con un aumento dell’8,8%), nell’ultimo biennio è iniziata l’inversione di tendenza. Il dato regionale in diminuzione risulta controtendenza rispetto alla media nazionale (+0,2%).
Questo risultato è la media di due tendenze contrapposte: gli stranieri diminuiscono in Friuli, ma aumentano ancora nella Venezia Giulia. Tra 2015 e 2016 sono in particolare le province friulane che registrano un decremento di stranieri residenti:  a Pordenone la diminuzione è di 1.379 persone (-4,1%), mentre Udine ne perde 1.284 (-3,1%). Cresce invece la presenza nella Venezia Giulia: Gorizia ha un incremento di 146 unità (+1,2%), Trieste di 180 (+0,9%). Pordenone, in particolare, risulta l’area dove si registra la maggiore incidenza di popolazione straniera residente (10,4%, in calo rispetto al 10,8% dell’anno scorso). A seguire Gorizia (9% contro l’8,9%), Trieste (8,6% -» 8,5%) e Udine (7,5% -» 7,7%).
A livello comunale quello col più alto numero di stranieri residenti e Monfalcone (20,4%), a seguire Prata di Pordenone (18,2%), Pravisdomini (17,6%), Pasiano di Pordenone (16,9%), San Giorgio della Richinvelda (14,8%), Vajont (14,7%) e Pordenone (14,6%). Tra i primi dieci Comuni anche Udine (13,9%), Lignano Sabbiadoro (13,5%) e San Giovanni al Natisone (12,5%).
Dal punto di vista del genere, prevalgono le donne: tra gli stranieri residenti in Fvg: nel 2016 sono 55.581, il 52,8% del totale. Sono gran parte donne i residenti di origini ucraina e rumena, seguita da cinese e albanese. La comunità straniera più numerosa, infine, proviene dalla Romania 23.479 persone nel 2016; a seguire Albanesi (10.661) e Serbi (7.347), entrambi in deciso calo.

Potrebbero interessarti anche...