Studnitzky, esclusiva nazionale a “Il volo del Jazz”

ll Volo del Jazz continua con un'esclusiva nazionale e una prima assoluta: "Memento" un acclamato progetto di Sebastian Studnizky - più volte accolto con entusiasmo in Europa - e a Sacile per la prima e unica volta in Italia (tappa italiana esclusiva per la tournée). Sebastian Studnitzky (pianoforte, tromba), Paul Kleber (contrabbasso), Tim Serhan (batteria), accompagnati dal Berlin String Quartet (un classico d'archi) composto da Olga Holdorff, Artiom Ordiyants, Leila Weber, Kornelia Jamborowicz saranno protagonisti sabato 26 novembre alle 21, al Teatro Zancanaro di Sacile, in occasione della presentazione del calendario "Un segno jazz per la solidarietà" dipinto da tre giovani illustratori: Dario Ragona, Maria Bressan e Veronica Piccolo e il cui ricavato sarà afavore della Onlus "La biblioteca di Sara".
Studnitzky è sempre stato un viaggiatore tra i regni del jazz, classica e musica elettronica. "Un vero esteta del suono" (Allgemaine Frankfurter), nella sua musica nulla è superfluo: è dettagliata, minimalista e trasparente, e insieme mostra una profondità emotiva che è unica e personale. Distante e assieme accogliente con pop, jazz ed elettronica, il suo groove ritmico è lontano dalle avanguardie ed ha creato qualcosa di totalmente nuovo. Interprete acclamato al pianoforte e alla tromba (vincitore dell'Echo Jazz 2015), suona già nei migliori festival del mondo. Nel 2014 ha preso la direzione artistica del XJazz Festival di Berlino e da allora esso è diventato il maggior appuntamentio musicale tedesco, trasformando l'intera scena nazionale. "Memento" - che ha già al suo attivo critiche entusiaste in Europa ed è stato apprezzato più volte anche alla Berliner Philharmonie - arriva in Italia in esclusiva nazionale a Sacile ed è un lavoro visionario, reso ancora più affascinante dal connubio con il quartetto d'archi di formazione classica.
Cresce intanto l'attesa per l'appuntamento di mercoledì 30 novembre, alle 20.45, nel retropalco del Teatro Verdi di Pordenone quando debutta una nuova produzione originale di Controtempo in collaborazione con il Teatro Comunale Giuseppe Verdi di Pordenone: "Short-cuts in jazz" è il titolo del progetto che unisce l'arte letteraria e teatrale di Vitaliano Trevisan con il jazz visionario dei Malkuth (quintetto rivelazione del jazz italiano).

Potrebbero interessarti anche...