Il teleriscaldamento in rete il centro studi

La Provincia di Udine ha annunciato la sua decisione di collegare i tre istituti del centro studi di Udine (Iti Malignani, Itc Zanon e liceo Marinelli) alla rete di teleriscaldamento cittadina.
La decisione deriva dalla richiesta fatta dalla società concessionaria degli impianti di teleriscaldamento (Aton) di introdurre le scuole superiori di via Leonardo da Vinci quali nuove utenze nell’ambito della realizzazione del IV lotto della rete di teleriscaldamento cittadina, costituita nel contesto dell’accordo di programma del 2006 tra l’azienda ospedaliera, l’Università e il Comune.
le motivazioni. Secondo l’assessore regionale all’edilizia scolastica, Carlo Teghil, proponente della decisione alla giunta provinciale, questa soluzione è la scelta più economica tra le possibili alternative. Questa soluzione, infatti, consente alla Provincia di evitare la sostituzione delle attuali caldaie alimentati a gas metano con altre, sostituzione che l’Ente aveva già pianificato prevedendo una spesa di 452 mila euro per due caldaie e l’esecuzione dei lavori nei mesi estivi di quest’anno. Allacciandosi alla rete del teleriscaldamento cittadino, proposta che vede favorevole anche l’amministrazione comunale di Udine che si assumerà la gestione dell’edilizia scolastica in base alla legge 26/2014, la Provincia si impegna con una spesa di 213 mila euro (con un risparmio di 237 mila euro) per i lavori di trasformazione impiantistica su un investimento complessivo di 750 mila euro. I restanti 537 mila euro saranno sostenuti dalla stessa Aton che si occuperà dell’eliminazione delle tre caldaie, della sostituzione della rete di distribuzione, dell’adeguamento degli impianti termici, dell’installazione degli scambiatori di calore.
efficenza. Questo risparmio è giustificato dal fatto che la diffusione di reti di teleriscaldamento implica un impiego più efficiente e razionale dell’energia con una riduzione di impatto ambientale per la collettività sostanzialmente connesso con la riduzione di emissioni di Co2 in atmosfera. Inoltre, questa metodologia è in linea con le  azioni di risparmio energetico e di promozione della salute  previsti dai più recenti protocolli in materia ambientale.

Potrebbero interessarti anche...