Trieste. PD all’attacco del sindaco sulla Ferriera: Dipiazza scaricato da tutti per sue false promesse

“Tutti stanno scaricando il sindaco Dipiazza perché si sono accorti di quanto noi avevamo detto sin dall’inizio: le sue erano false promesse, un bluff giocato sulla pelle dei lavoratori, degli abitanti di Servola e dei triestini”. Lo affermano i consiglieri comunali del Pd di Trieste, dopo le accuse e la presa di distanza ufficializzata dal Comitato 5 dicembre nei confronti di Roberto Dipiazza, aggiungendo che “noi abbiamo governato in modo serio e responsabile, senza mai vendere fumo alla gente: forse lo abbiamo pagato in termini elettorali?”.

Secondo gli esponenti democratici “purtroppo la Ferriera è stata sfruttata come merce elettorale troppe volte nella storia della nostra città. Il sindaco Dipiazza lo ha fatto tante volte, promettendo risultati irraggiungibili. Molti cittadini componenti dei comitati gli hanno creduto. Ora comprendiamo – continuano – che il tradimento di un finto alleato bruci. Lo stesso Comitato oggi dice che sarebbe stato meglio avere a che fare con un avversario schietto piuttosto che con un falso amico”.

“Non ci stancheremo mai di ribadirlo – sottolineano i consiglieri Pd -: sulla Ferriera serve un progetto serio che coniughi salute, ambiente e lavoro. Noi lo abbiamo cercato e voluto con forza, senza illudere le persone. Dobbiamo contenere l’impatto ambientale e garantire che tutti gli standard siano scrupolosamente rispettati, ma allo stesso tempo è indispensabile mantenere i livelli occupazionali. Trieste non può permettersi un sindaco che fa il finto tonto”.

Potrebbero interessarti anche...