Udine, “Classica all’ Uccellis” parte con “la grande guerra tra suoni ed immagini”

DUO SOSSAI BOLLA

Al via a Udine la rassegna concertistica “CLASSICA all’Uccellis” a cura dell'Associazione Chamber Music Trieste: martedì 6 febbraio alle 17.30 nell'Aula Magna del Collegio Educando Uccellis (ingresso da via S. Chiara), il primo di tre concerti selezionati dal Direttore artistico Fedra Florit per gli studenti del Liceo Coreutico e per tutti coloro che amano l’ascolto dal vivo. Nel segno deLa Grande Guerra tra suoni e immagini i musicisti Dino Sossai, al violino e Michele Bolla, al pianoforte proporranno quattro brani selezionati dal repertorio musicale del primo '900, strettamente legato agli anni della Grande Guerra. In scaletta musiche di E. A. Mario (Giovanni Ermete Gaeta)(1884 – 1961) La leggenda del Piave; Bandiera Nera e La Tradotta Anonimo, arrangiamenti diDomenico Sossai, e la Sonata per violino e pianoforte op.17 di Ildebrando Pizzetti (1880 – 1968). Il concerto sara' accompagnato dalla proiezione di una sequenza d'immagini, fotografie e filmati, provenienti dagli archivi della Cineteca del Friuli e pubblicate nel DVD prodotto per Limen Music dagli stessi musicisti Sossai e Bolla. La rassegna “Classica all’Uccellis”, organizzata dall'Istituto scolastico in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia con ingresso aperto alla città,si inserisce nel programma didattico del Liceo e proseguirà con due concerti nella Chiesa di Santa Chiara: martedì 20 febbraio in scena Beethoven solo piano e duo pianoforte-violoncello. Interpreti: Sebastiano Mesaglio (pianoforte) e Antonio Merici (violoncello). L’ultimo ascolto musicale martedì 6 marzo con Beethoven e Mozart, per quartetto d’archi. Interprete il Quartetto Chagall.

DINO SOSSAI diplomatosi con lode al Conservatorio di Castelfranco Veneto sotto la guida di Michele Lot, in seguito si è perfezionato con Dejan Bogdanovich, Marie-Annick Nicolas, Kolja Blacher, Victor Pikaizen, Tibor Varga e Francesco De Angelis. Nel 2008 ha conseguito con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore il Diploma di specializzazione al biennio sperimentale presso il Conservatorio di Milano. Ha vinto numerosi concorsi ed audizioni per il ruolo di Konzertmeister d’orchestra e ha collaborato in qualità di prima parte o solista con importanti compagini orchestrali italiane ed estere, al Teatro alla Scala di Milano, al Teatro La Fenice di Venezia, al Teatro Lirico di Cagliari, al Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste, all’Orquestra Simfònica del Vallès di Sabadell (Spagna), all’Orchestra della Fondazione “Arturo Toscanini” di Parma, alla Mahler Chamber Orchestra, all’Orchestra di Stato di Sumen (Bulgaria). È violinista del Quartetto “Quadro Veneto” con il quale ha vinto importanti premi in concorsi internazionali di musica da camera (Premio Città di Pinerolo, Chamber Music Competition Osaka, ecc.) esibendosi in sale prestigiose in Italia ed allʼestero. Suona un violino Enrico Ceruti del 1871. Ha conseguito il Master in comunicazione “Four Voice Colours” di Ciro Imparato come voice-coach, dedicandosi alle nuove forme di apprendimento e sblocco psicofisico nello studio strumentale.
MICHELE BOLLA ha ottenuto il diploma con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Castelfranco Veneto, sotto la guida di Francesco Bencivenga. Successivamente si è perfezionato con Mikhail Voskresensky e Lev Naumov, docenti del Conservatorio di Mosca, e con Bruno Mezzena. Ha vinto numerosi premi in concorsi solistici nazionali (Osimo, Albenga, Taranto, Città di Treviso) e internazionali (Sydney International Piano Competition, Concorso “M. Marcoz” di Aosta, Concorso “E. Porrino” di Cagliari, Concurso Internacional de Piano “Ciudad de Ferrol”, Concorso “Premio Sassari”).
Con il Quartetto “Quadro Veneto” ha vinto importanti premi in concorsi internazionali di musica da camera (Osaka Chamber Music Competition, Premio Trio di Trieste, Concorso Internazionale Città di Pinerolo) e si è esibito in Italia e all’estero. Ha collaborato con solisti e cantanti di fama internazionale, prime parti soliste dei maggiori Teatri italiani e importanti direttori d’orchestra.

Potrebbero interessarti anche...