A Udine la prima startup innovativa costituita interamente in Cciaa si chiama Netcertus

 

Si è costituita in Camera di Commercio di Udine la prima startup innovativa in regione con la nuova procedura digitale che è senza notaio, con accertamento e autentica da parte del conservatore del registro imprese e assistenza pre e post iscrizione di personale qualificato camerale: l’impresa, avvantaggiandosi di una recente opportunità della normativa sulle startup innovative (all’articolo 25 del Codice dell’amministrazione digitale), risulta così iscritta al Registro Imprese immediatamente all’atto della costituzione, avvenuta alla presenza del Segretario generale, Maria Lucia Pilutti, nella sua veste di Conservatore del Registro imprese, dunque con anche la capacità di accertare i contenuti e autenticare la firma elettronica. Il risparmio è duplice per lo starupper “in fieri”, in termini di tempi e di costi – poiché è tutto gratuito tranne un’unica imposta di registro di 200 euro versata dall’impresa per tramite della Cciaa all’Agenzia delle Entrate e comunque dovuta. L’intera procedura è digitalizzata e ha un’attività preparatoria che vede, come detto, il supporto in ogni fase dell’ufficio camerale di Assistenza Qualificata Imprese (Aqi). Per la stipula di atto costitutivo e statuto sono a disposizione modelli standard tipizzati: il sistema camerale ha realizzato tramite Infocamere un’applicazione web per la predisposizione guidata degli atti accessibile dalla piattaforma disponibile su startup.registroimprese.it. Accertati prerequisiti e condizioni, la Cciaa prepara la pratica, il Conservatore accerta identità e contenuti e infine la Cciaa iscrive al Registro Imprese, trasmettendo la Comunicazione Unica anche agli altri che devono riceverla (Entrate, Inps), e compie ogni altra attività necessaria per completare favorevolmente tutta la procedura prevista dalla norma.

La nuova impresa costituita a Udine si chiama Netcertus srl, il titolare è Roberto Gaetano Turco e la sede è a Castions di Strada: si occuperà di produzione, ricerca e sviluppo di software per il potenziamento dei segnali elettromagnetici e il miglioramento della qualità delle telecomunicazioni, nonché di software per il controllo e la comunicazione tra dispositivi IoT (Internet of Things).

La normativa rappresenta un passo avanti sulla strada della semplificazione burocratica e un vantaggio economico per lo startupper che, spesso, è un giovane alla prima esperienza e può necessitare maggiormente di aiuto in fase di avvio. È comunque un’opzione e dunque resta possibile, per chi avvia una startup innovativa, continuare a rivolgersi ai professionisti per completare la costituzione e la registrazione.

Potrebbero interessarti anche...