Ultimo brindisi di Natale in Provincia tra amministratori e dipendenti

È l’ultimo Natale per la Provincia di Udine che nel 2018 chiuderà i battenti e oggi a palazzo Belgrado si è svolto il consueto scambio di auguri tra amministratori e dipendenti. “Una cerimonia particolare quella di quest’anno, dal significato importante: non nascondo il rammarico di essere l’ultimo presidente di questo Ente, una storica istituzione che ha fatto tanto per il nostro territorio e auspicavo potesse avere continuità con nuove elezioni e un nuovo mandato” ha esordito il presidente Pietro Fontanini rivolgendosi ai funzionari il cui numero si è notevolmente ridotto in questi anni “ma siamo orgogliosi di avervi ancora con noi”. Da parte del presidente del Consiglio provinciale Fabrizio Pitton un sentito ringraziamento per il lavoro, la professionalità e la competenza al personale dell’Ente e per il servizio prestato per tutti i cittadini della Provincia. “Tra noi amministratori c’è amarezza – ha detto -. Abbiamo operato al massimo e spiace non poter lasciare questo contributo a una nuova amministrazione; certamente, quest’esperienza rimane un momento importante e ne faremo tesoro nei prossimi percorsi amministrativi”. Come consuetudine, la preghiera e la riflessione di mons. Luciano Nobile arciprete della Cattedrale di Udine che, dopo aver letto un brano tratto dal vangelo di Luca che racconta la visita di Maria a Elisabetta, ha esortato a recuperare il senso più profondo del Natale, ricordato che “il bene fatto resta, se non agli occhi degli uomini a quelli di Dio” e impartito la benedizione invitando tutti a continuare a camminare per il bene.

Potrebbero interessarti anche...