Volume “Sangue tra le primule” di Giuseppe Mariuz, mercoledì presentazione presso la sede dell’Anpi

“Sangue tra le primule” è un romanzo storico ambientato nel mondo contadino degli anni Venti tra storie d’amore appassionate e violenti scontri ideologici. Le appassionanti storie d’amore dei personaggi si snodano e si intrecciano in pagine dense di fermenti giovanili ove gli ideali di riscatto sociale pongono la condizione della donna sotto una luce di nuova dignità. Lo sfondo è quello delle lotte contadine e operaie agli albori del fascismo, con la Grande Guerra lasciata alle spalle. Le vicende di questo romanzo storico sono ambientate in un centro della pianura friulano-veneta tra grandi famiglie contadine che lavorano a mezzadria i latifondi dei casati nobiliari al tramonto. I personaggi sono le schiere di braccianti stagionali e di filandine, i ceti borghesi timorosi per l’instabilità politica, un clero incerto fra cura delle anime e contrastanti interessi. Prepotenze fasciste e delitti efferati li indurranno alla sottomissione o a cercare una vita migliore e una nuova felicità in terre di emigrazione.
Giuseppe Mariuz (Valvasone 1946) è autore di numerose ricerche e pubblicazioni sulla storia contemporanea in Friuli (primo e secondo dopoguerra, Resistenza, lotte contadine, biografie di personaggi), su aspetti culturali, ambientali, di comunicazione; ha inoltre scritto testi per programmi radiofonici e televisivi, edito quattro raccolte di poesia e alcuni racconti. Grande conoscitore di Pier Paolo Pasolini, ha pubblicato fra l’altro per Campanotto La meglio gioventù di Pasolini (1993, riedito 2015) e firmato la regia di un programma tv dallo stesso titolo coprodotto dalla Rai nel 1998. Per Gaspari editore ha scritto con T. Scodeller Ovviamente a insaputa del correntista. Banche e bancari d’altri tempi (2010).

Potrebbero interessarti anche...