A centinaia contro la guerra e per il disarmo ad Aviano per la manifestazione “Il Friuli non è una rampa di lancio”

Nell'ambito della giornata mondiale di protesta contro le guerre il comitato "Il Friuli non è una rampa di lancio" ha organizzato una manifestazione che si è svolta nel pomeriggio di sabato ad Aviano. I promotori avevano lanciato da giorni un appello unitario rivolto ad associazioni, movimenti, forze politiche e sindacali per dare vita alla manifestazione ad Aviano, sede della omonima base USAF e quindi luogo simbolo per chi intende non solo protestare contro la presenza Usa in Italia ma anche sostenere i popoli oggi oppressi da guerre che spesso vengono pianificate e decise in logiche geopolitiche globali.
Una trentina tra associazioni culturali, sindacali e politiche hanno aderito all'iniziativa lanciata dal Movimento pacifista statunitense contro soprattutto contro l'attacco diretto e indiretto di Trump all'Iran. Circa 500 i partecipanti alla manifestazione, persone provenienti dal Friuli Venezia Giulia ma anche dal Veneto. Tutti convinti della necessità di smantellare la presenza americana da Avianao o quantomeno quella relativa alla testate nucleari.