A Vicino/Lontano mont, un workshop di architettura dedicato alle comunità di Sappada e Prato Carnico unite, dagli anni trenta, dal sentiero Cai 316 “Corbellini”

Nell'ambito della prima edizione vicino/lontano mont, l’Atelier Mobile di Torino e l'Ordine degli Architetti della Provincia di Udine - in collaborazione con i Comuni di Sappada e Prato Carnico, ASCA, Sezioni CAI di Tolmezzo e Sappada, Rifugio De Gasperi, Officina Montagna-Cantiere Friuli dell’Università di Udine e Cadore SCS-, propongono, da mercoledì 25 a sabato 28 agosto, il workshop di architettura “Condividere Sentieri”, dedicato allo studio e alla realizzazione di interventi lungo i sentieri che uniscono l'Alta Valle del Piave alla Val Pesarina e che sono sempre stati vie di comunicazione, incontro, scambio, pellegrinaggio. Una prima apertura simbolica di cantiere avrà luogo durante la giornata finale del workshop, con l’avvio, sabato mattina, dalle 9 alle 13, degli interventi manutentivi sul sentiero CAI 316 “Corbellini” nei versanti di Prato Carnico e Sappada.
Realizzato negli anni Trenta, in tempo di pace, per iniziativa del medico e alpinista Regolo Corbellini, con uno sviluppo di 4mila metri, di cui 1.200 scavati con le mine nella roccia, questo sentiero attrezzato è unico nel suo genere nelle Alpi. La sua storia verrà raccontata - mercoledì 25 alle 20.30 - in diretta facebook dal Rifugio De Gasperi, da Simone Gonano, gestore del rifugio.
Il workshop è riservato ad architetti e studenti di architettura o paesaggio, che avranno come tutor gli architetti Luca Barello, Niccolò Suraci e Cristiano Tosco di Atelier Mobile (programma dettagliato sul sito ateliermobile.org), ma prevede molti momenti di condivisione. Saranno aperte anche al pubblico le visite guidate di mercoledì 25 nei luoghi di interesse architettonico delle due valli: in Cjanal, con la guida di Andrea Puschiasis (partenza alle 9 dalla Palestra Fuina del borgo di Prato Carnico), e a Plodn, con la guida di Andrea Polencic (partenza alle 17 dal Santuario Regina Pacis del borgo Soravia di Sappada). Al termine delle giornate di giovedì 26 e venerdì 27 agosto, all'Auditorium del Museo di Cima Sappada (alle 18), sono previsti incontri di presentazione e discussione dei lavori con le comunità locali. Il workshop si chiuderà, sabato 28 agosto, con una doppia presentazione pubblica degli esiti: a Prato Carnico (Casa del Popolo di Prieria, alle 15) e a Sappada (Auditorium del Museo di Cima Sappada, alle 20). Prenotazioni per gli appuntamenti aperti al pubblico sul sito vicinolontano.it

atelier mobile è un'associazione culturale no profit, fondata a Torino nel 2011 da architetti e designer. Si occupa di progetti educativi sperimentali e attività multidisciplinari che coinvolgono comunità e associazioni locali, artigiani, artisti, studenti e cittadini interessati allo sviluppo di un atteggiamento consapevole, responsabile e creativo verso lo spazio in cui si vive. L'associazione organizza con le comunità workshop di progetto e autocostruzione per migliorare lo spazio pubblico con arredi, installazioni e piccole architetture, allestisce spazi e mostre con il coinvolgimento dei visitatori, organizza concorsi e progetti collettivi. Le sue attività hanno l'intento di stimolare esperienze, collaborazione e scambi di conoscenze tra soggetti con culture e competenze differenti, sperimentazione e trasmissione di tecniche costruttive tradizionali e innovative.
Luca Barello, Niccolò Suraci e Cristiano Tosco sono architetti con esperienze professionali nelle Alpi Occidentali, e di insegnamento e ricerca in università italiane e straniere.