Al via il festival Musica d’Estate 2020 a Romans d Isonzo

Un festival musicale come segno di ripartenza e di buon auspicio. Il mondo della cultura si rimette in moto, a Romans d'Isonzo: coordinato dall'assessorato comunale alla cultura, finanziato dalla Regione e promosso dalle associazioni Leggermente e Simularte, con la preziosa collaborazione di Liberatorio d'arte e Centro Giovani MeetYou, il ciclo "Musica d'estate 2020" si aprirà questo sabato, 27 giugno, e offrirà poi due ulteriori appuntamenti, tutti di alto livello e tutti all'aperto, per garantire il massimo rispetto delle disposizioni anti-contagio. L'ingresso sarà gratuito, per offrire alla cittadinanza un momento di leggerezza dopo un periodo di estrema difficoltà. «Una ritrovata occasione di socialità e di intrattenimento di qualità - dichiara l'assessore comunale alla cultura Alessia Tortolo - dopo una lunga fase forzatamente priva di eventi: ora possiamo finalmente riassaporare, pur con la cautela che il frangente impone, lo spirito di comunità».

Il debutto della rassegna sarà accolto, alle 21 di sabato 27 appunto, dallo spazio sul retro del palasport comunale, in via Atleti Azzurri d'Italia: "Maldalsabida", questo il titolo della performance, sarà "inno" a un Friuli pronto a esplodere in un canto anarchico e liberatorio. In scena un gruppo di noti e qualificati musicisti, Federico Tavan, Novella Cantarutti, Leo Zannier (voci), Aida Talliente, voce e giocattoli sonori, Leo Virgili, chitarra e theremin, Roberto Amadeo, al basso, Marco D'Orlando, alla batteria, e Flavio Passon alle tastiere.

Il secondo appuntamento è in calendario per il sabato successivo, 4 luglio, nuovamente alle 21, orario valido anche per l'ultima data: il Loris Vescovo Quartet si esibirà nell'incantevole cornice della Corte di Casa Versa, a Versa di Romans d'Isonzo, in via Gorizia. Con l'occhio nostalgico dei geografi dell'Ottocento, il quartetto esplorerà "luoghi di suoni e parole, a cavallo fra tradizione e tradimento". A Vescovo (voce, chitarra e ukulele) si affiancheranno Leo Virgili, chitarra elettronica e cori, Massimo Silverio (violoncello, basso elettrico, cori) e Nicholas Remondino, alla batteria.

Tappa conclusiva di "Musica d'estate 2020" sabato 11 luglio, nel parco di Villa del Torre, in via Latina: protagonista sarà un ensemble di particolare raffinatezza e valore, il Brassevonde, che si propone di diffondere e dunque di valorizzare la conoscenza della musica per gruppi di ottoni, patrimonio estremamente ricco, variegato e interessante, eppure ancora poco noto al grande pubblico. I performers saranno Andrea Picogna, Enrico Tavano, Gianni Dordolo, Massimo Degano (trombe), Alessandra Rodaro e Nicola Fattori (corni), Gianpietro Zanini, Marco Maiero e Federico Marazzi (tromboni), Aldo Martinuzzi e Massimo Tomadini (tube).

La prenotazione è obbligatoria, in quanto i posti a sedere sono limitati, nel rispetto delle misure di sicurezza volte a contenere la pandemia: gli interessati possono inviare una mail all'indirizzo bibliotecaromans@gmail.com o chiamare il numero 0481 90555. In caso di pioggia i concerti saranno annullati.