Al via la promozione degli “asparagi di Zorutti”

Sono trascorsi quasi due secoli da quando Pietro Zorutti, nel suo “Strolic furlan, pronostic par I'an bisestil 1824”, inseriva gli asparagi di Tricesimo tra Lis rarìtaz del Friùl, le sette meraviglie del suo piccolo mondo antico. Che fossero una prelibatezza conosciuta anche oltre i confini della Piccola Patria lo conferma autorevolmente – 30 anni dopo – anche il "Bullettino dell'Associazione Agraria Friulana", che nel 1856 scriveva "….tale gustosissimo vegetabile acquistò credito nelle cucine sotto il nome di asparagi di Tricesimo. Trieste ne consuma buona copia e gli asparagi friulani trovano anche la via di Vienna... "
Mai dimenticata, ma rimasta a lungo limitata al consumo familiare o poco più, la produzione di asparagi nel comune di Tricesimo ha riacquistato vigore, a partire dagli ultimi anni dello scorso millennio, nel contesto di un interesse per questa coltivazione orticola diffuso in quasi tutto il territorio regionale: praticamente tutto la zona collinare e pianeggiante.
Per sostenere e promuovere gli “spargs di Tresesin” (per usare la grafia dello Zorutti) e al tempo stesso rilanciare la secolare tradizione che vuole Tricesimo capitale della buona cucina (la cittadina collinare, grazie al mitico Boschetti e non solo è punto di partenza della strada provinciale denominata “dei buongustai”), l'Amministrazione comunale con la collaborazione delle associazioni operanti sul territorio ha organizzato una manifestazione, che prenderà il via venerdì 3 maggio.
Per due settimane, in 18 pubblici esercizi (ristoranti e trattorie, ma anche osterie e agriturismi) distribuiti nel capoluogo e nelle frazioni si potranno degustare piatti a base di asparagi locali – e, in alcuni casi, menu completi – a prezzo promozionale. A chiusura della manifestazione, nel week end dal 17 al 19 maggio, la festa si sposterà in piazza, con chioschi gastronomici, musica, ed un “mercatino di primavera” che vuol dare continuità ad un progetto iniziato lo scorso anno.
L'iniziativa è stata presentata stamane a Tricesimo, in sala consiliare. Con il sindaco Giorgio Baiutti, erano presenti il vice sindaco Renato Barbalace e l'assessore Barbara Iannis, che hanno illustrato il programma messo a punto con la collaborazione della Polisportiva Tricesimo, della ASD Ki.Co.Sys, della Confcommercio e degli attori principali, i quattro produttori di asparagi. Anche a nome dei colleghi, ha parlato il produttore Albino Paulone, mentre per gli esercenti il saluto della Confcommercio è stato portato da Alessio Bronzin, dell'osteria “La' di Boschet”. Era presente, per augurare successo alla neonata iniziativa, il consigliere regionale Edy Morandini.
Al mercato di primavera parteciperanno – come ha annunciato Barbalace – anche i comuni gemellati con Tricesimo, Mittersill (Austria) e Buzet (Croazia). Il programma di contorno per il week end prevede una serata giovani con il dj Simone Rosso (venerdì 17 maggio), musica dal vivo con i giovanissimi Flames Band (sabato 18, ore 21); domenica 19 si esibiranno durante la giornata gruppi musicali delle bande di Tricesimo e Cassacco ed il gruppo folcloristico Rosade Furlane di Ara; concerto di chiusura con gli Effetti Collaterali. Sempre domenica, alle ore 10 del mattino, prenderà il via da piazza Garibaldi l'Asparagiro, un “ciclotour” che porterà i partecipanti alla scoperta delle coltivazioni di asparagi in un contesto ambientale – le colline di Fraelacco ed Adorgnano – di particolare pregio ambientale.
Alla manifestazione, che ha ottenuto il patrocinio della Regione e di Promoturismo FVG, ha dato il suo supporto economico Credifriuli, rappresentata alla conferenza stampa dal direttore commerciale Massimiliano Cecotto.