Amministrative: De Monte, Udine città all’avanguardia, scegliamo amministratori che colgano opportunità offerte dall’Ue

"Domenica possiamo scegliere se investire sulla vitalità e l'entusiasmo del futuro o se mettere la retromarcia. Udine è da sempre città all'avanguardia, nell'impresa, sulla cultura, sui diritti: non lasciamola nelle mani di chi predica un isolamento solo apparentemente felice". Lo afferma l'eurodeputata del Pd Isabella De Monte, a pochi giorni dalle elezioni comunali. Secondo De Monte "aver sentito apostrofare Udine come città della morte da parte di chi ambisce ad amministrarla è avvilente. Udine e il Friuli non hanno bisogno di una classe dirigente con lo sguardo funereo rivolto al passato, ma di uno slancio vitale che parta dalla natura fortemente europea e innovativa della città". "A Udine - evidenzia De Monte - servono amministratori aperti al futuro e attenti alle possibilità offerte dall'Ue, come Vincenzo Martines. L'Europa, infatti, non è solo una vecchia matrigna, come la dipinge la Lega con le corna, ma una fonte preziosa di opportunità. Il 2018 è l'anno europeo del Patrimonio culturale e - conclude - le possibilità e i fondi messi a disposizione saranno numerosi. Abbiamo bisogno di un sindaco e un'Amministrazione che sappiano coglierli al volo, non di chi gira la testa dall'altra parte".