Anziana si allontana nella notte dalla casa di riposo “Sereni Orizzonti” di Aviano. Trovata all’alba morta di freddo

Una donna, Luciana Lucon, di 86 anni, di Pordenone, è stata trovata morta all'alba di oggi nei pressi della casa di riposo “Sereni orizzonti” dov'era ospitata da tempo. La struttura è situata lungo la strada che collega Aviano con Piancavallo.
La donna che si era allontanata non vista alcune ore prima è stata ritrovata scalza e con indosso solo una canottiera è deceduta per ipotermia. Insomma è letteralmente morta di freddo. Una tragedia per i familiari che la pensavano al sicuro. A lanciare l'allarme che la donna non si trovava nel suo letto intorno alle 3 e mezza della notte il personale ella casa di riposo ma nonostante le ricerche solo all'alba il corpo oramai senza vita della donna è stato ritrovato poco lontano, fra l'erba. La salma è stata trasferita nella camera mortuaria dell'ospedale di Pordenone, a disposizione dell'autorità giudiziaria. Sul caso è stato aperto un fascicolo giudiziario. Anche la direzioni di sereni Orizzonti ha aperto un indagine interna per capire come abbia fatto la donna ad uscire senza che il personale se ne accorgesse considerando che la porta dalla quale la donna presumilmente era uscita è “allarmata” collegato all'impianto antincendio ed è funzionante. Le cose da chiarire sono quindi molte per comprendere se vi sia stata una qualche negligenza, a partire dall'ora effettiva dell'allontanamento della donna, a quando sono partite le ricerche e se queste sono state operate solo dal personale interno composto da sole due persone per accudire un massimo di  50 ospiti in  due nuclei distinti di 28 e 22 posti letto, ma oggi erano occupati solo 43 posti . Il primo è destinato a persone con una minima compromissione funzionale, il secondo nucleo è destinato ad accogliere anziani con elevata compromissione della funzionalità.  Come accennato in apertura la Procura ha aperto un’inchiesta anche se è chiara la causa morte, tanto che non verrà effettuata autopsia, al vaglio degli inquirenti invece eventuali profili di responsabilità nel caso in cui emergessero ipotesi di omessa vigilanza, con coinvolgimento non solo del personale operante ma anche nei confronti della Spa proprietaria della struttura.  Per una casualità fra l'altro la casa di riposo Sereni Orizzonti Aviano è destinata alla chiusura fra circa tre mesi, il tempo necessario per il trasferimento degli ospiti nelle altre strutture. E' infatti terminata la fase di sperimentazione voluta dalla Regione cominciata cinque anni fa e ora la struttura,  secondo l'amministrazione comunale, non ha  i requisiti per proseguire l’attività. Gli anziani da ricollocare sono 43, anzi 42 visto il drammatico episodio di oggi. Da ottobre erano stati bloccati i nuovi ingressi. Ai familiari sarà proposto dalla azienda sanitaria  un piano personalizzato mantenendo il contributo economico.