Aperta inchiesta sulla morte di Perotti. Gli negarono tre volte l’intervento

Urge fare chiarezza sulle circostanze che hanno portato alla morte Graziano Perotti, il 76enne tarvisiano deceduto il 7 febbraio scorso. L'uomo, da ben tre mesi chiedeva all’ospedale di Tolmezzo di essere operato per una patologia vascolare agli arti inferiori ma, per ben tre volte, si è visto respinto per un eventuale intervento sine die.
A decidere di avviare le indagini è stato il procuratore capo di Udine, Antonio De Nicolo. (Il resto più tardi nella versione digitale)

Potrebbero interessarti anche...